OCCHI APERTI SULL’ INDIEROCKET FESTIVAL DI PESCARA, ATTESO A FINE GIUGNO

 
Tags:
16 Giugno 2019
 

Direi che è il momento di parlarvi di un festival bello corposo. Dal 28 fino al 30 giugno parte la sedicesima edizione dell’IndieRocket Festival a Pescara. In questo spazio vogliamo segnalarvi 5 band che parteciperanno e per le quali, secondo noi, vale la pena andare a fare un salto.

Direi di partire con le Stonefield, 4 ragazze dalla terra dei canguri e sotto la Flightless (l’etichetta dei King Gizzard), propongono uno Stoner tutto loro e violento al punto giusto.

Un progetto particolare è quello di Gnučči di provenienza svedese, propone un misto tra electro-pop e hip hop, ascoltatela e capirete ciò che dico.

Tropical post-punk e Afro avant-pop cosa vi viene in mente? Nulla? Ve lo dico dai, si chiamano Orchestre Tout Puissant Marcel Duchamp e sono effettivamente una ‘miniorchestra’ di 13 elementi che suonano (bene) questo genere assai intrigante, consigliatissimi per coloro che vogliono sperimentare.

Idris Ackamoor and The Pyramids: per questo progetto esiste solo il “Wow” di stupore. Da San Francisco, un mix di jazz, r&b e reggae, un vero assaggio di afroamerica in un solo boccone.

Ultimo nella nostra lista, ma non ultimo nel cuore, è  The Spy from Cairo, un misto tra dub/reaggae con soluzioni tradizionali arabe: progetto alquanto interessante, sicuramente molto innovativo ma con l’occhio anche al passato e alle tradizioni.

Naturalmente ci saranno molti altri artisti in questo festival: particolare l’approccio dato dall’IndieRocketFestival, che cerca di accontentare molti palati per la sua variabile musicale. Il tema di quest’anno riguarda le Radici e già da qui si capisce la moltitudine di identità sonore che il festival ha scelto di percorrere.

 

Oggi “Arena” dei Duran Duran ...

Oggi “Arena” dei Duran Duran compie trentacinque anni. E chissenefrega, penserete voi. Io invece vi dico di non sottovalutare ...

Oggi “Hatful of Hollow” dei The ...

“Hatful of Hollow” è una raccolta assai particolare e, per quanto nel futuro degli Smiths ci saranno altre ottime raccolte, ...

Oggi “Like A Virgin” di Madonna ...

Il sacro e il profano. La virtù e il desiderio. L’ombelico in bella mostra e gli enormi crocifissi appesi alle orecchie e al collo. Nel ...

Oggi “Sheer Heart Attack” dei ...

Per quanto Brian May e Roger Taylor non se ne siano ancora fatti una ragione, è praticamente impossibile non considerare finita la storia ...

Oggi “Ummagumma” dei ...

Amato ed odiato, esaltato e disprezzato, un guazzabuglio caotico e disordinato di suoni oppure uno dei manifesti più rappresentativi del ...