ALBUM: HAAI OP DIE AAS
Bro Matto

 
21 luglio 2019
 

Torna il duo veronese degli Haai Op Die Aas e lo fanno con un lavoro che comprende ben 21 brani.

Li ricordavamo a bassa fedeltà e con un noise decisamente rabbioso e distorto e invece le cose sono cambiate. Produzione che si fa decisamente più limpida per degli strumentali che non cercano l’impatto rumoroso, ma anzi si muovono anche sardonici verso lidi più popedelici, ipnotici e slabbrati. Non mancano certo le chitarre, ma è come se i nostri fossero diventati più attenti ai particolari e dove prima si tagliava ora c’è quasi una volontà di ricomporre, con personalità però. Cambio di prospettiva? No, ricomporre alla maniera degli Haai Op Die Aas potrebbe non coincidere affatto con una ricomposizione classica. Sappiatelo.

Che poi a me, a tratti, facciano venire in mente una specie di Vangelis stralunato e indie, beh, è tutta un’altra storia, ma non potevo non dirvelo…

 

Metallica: La TOP 10 Brani (Seconda ...

Ed eccoci alla seconda TOP 10 dedicata ai Metallica, questa volta partiremo dal celebre “Metallica”, il black album, per ...

Björk annuncia il box set di ...

All’inizio di questo mese, Björk ha pubblicato un video musicale per il suo singolo “Losss” tratto da ...

Dave Grohl non esclude un ritorno ...

Dave Grohl non esclude un ritorno dei Them Crooked Vultures. In una nuova intervista con il Guardian, a Grohl è stato chiesto della ...

Dirty Fences: a ottobre una nuova ...

A distanza di un paio di anni dal loro terzo LP, “Goodbye Love”, i Dirty Fences ritorneranno con una nuova compilation, ...

Si sciolgono The Good, The Bad ...

Dopo aver suonato ieri sera al Lowlands di Biddinghuizen in Olanda, The Good, The Bad & The Queen sembra che abbiano decise di ...