OGGI “WATOOSH!” DEI PEZZ COMPIE 20 ANNI

 
di
23 Luglio 2019
 

Sicuramente lo sapevate, ma i canadesi Billy Talent, apprezzata band punk-rock melodica di inizio secolo, inizialmente si chiamavano Pezz. E “Watoosh!” fu il loro primo album, pubblicato senza l’appoggio di una major (come Billy Talent, la Warner aprirà presto l’ala protettrice).

Melodico, impulsivo, con sangue ska, emo e hardcore, ma dietro un abito pop, baldanzoso e ruffiano quanto basta (l’opener “M & M” richiama direttamente “Psycho Killer” di casa Talking Heads, e come secret track in chiusura troviamo una cover dei connazionali The Tragically Hip, che hanno il loro ottimo seguito in patria), a tratti ai limiti del cartoonoso (provare per credere pezzi come “Nita”), è difficile nascondere l’indole adrenalinica che li consacrerà come uno dei gruppi punk, nella sua accezione più pop-rock, maggiormente considerati sulla scena intercontinentale.

A successo ottenuto (e a nome cambiato, pare per ragioni legali), l’album verrà diffuso nuovamente nel 2005 via Atlantic Records: che Benjamin KowalewiczIan D’Sa e compari ci sapessero fare, forse era già facile immaginarlo all’epoca, e pezzi incalzanti e spinti come “When I Was a Little Girl” sono un manifesto in tal senso. Scommettere che avrebbero raggiunto tale successo mondiale, più difficile.

Un buon motivo per andarsi a sentire, vent’anni dopo, questo “Watoosh!”.

Pezz – Watoosh!
Data di pubblicazione: 23 Luglio 1999
Tracce: 17
Lunghezza: 42:54
Etichetta: S/R
Produttori: Brad “Merlin” Nelson

Tracklist:

1. M & M
2. Fairytale
3. Nita
4. Mother’s Native Instrument
5. Bird in the Basement
6. Recap
7. When I Was a Little Girl
8. Warmth of Windows
9. Square Root of Me
10. Absorbed
11. Silence
12. Silence
13. Silence
14. Silence
15. Silence
16. Silence
17. New Orleans Is Sinking (The Tragically Hip cover)

 

L’omicidio di Floyd George. ...

Ut sementem feceris, ita metes. Le conseguenze delle nostre scelte e delle nostre azioni non sono casuali, non lo sono mai. C’è una ...

Wishlist: i dieci dischi più ...

Ogni mese escono valanghe di dischi. Pure troppi a volte. Starci dietro non è facile, nemmeno per noi. Così sulla nostra personale agenda ...

Oggi “The Firstborn Is ...

Nick Cave. Il vampiro di Warracknabeal ha la pelle dura e la sua linfa vitale e artistica sembra essere senza fine, come una scorta nascosta ...

Oggi “Rites Of Spring” dei ...

Leggenda metropolitana vuole che i Rites Of Spring abbiano fatto una dozzina di concerti, eppure è innegabile l’impatto che hanno avuto ...

Oggi “Hunting High And Low” ...

Ah, la Norvegia. Terra di fiordi e sole a mezzanotte; di merluzzi appesi alle rastrelliere e chiese in fiamme. È inutile starci a girare ...