THE FLAMING LIPS
King’s Mouth

[Bella Union – 2019]
6
 
Genere: Psych rock
 
26 Luglio 2019
 

Si è molto parlato di “King’s Mouth” quindicesima fatica dei The Flaming Lips. Doppia data d’uscita (edizione limitata durante il Record Store Day, disponibile in formato fisico e digitale dal diciannove luglio) per un concept album di dodici brani che racconta la storia di un popolo che deve affrontare la scomparsa di un re particolarmente amato.

La figura di Wayne Coyne è centrale in questo nuovo album, che molti addetti ai lavori giustamente considerano un lavoro solista. Il disco infatti è solo parte di un progetto ben più ampio ideato dal vulcanico frontman, che comprende una mostra interattiva e un corposo volume intitolato “King’s Mouth: Immerse Heap Trip Fantasy Experience”.

Hanno provato a fare le cose in grande i The Flaming Lips e non è una sorpresa visto che stiamo parlando di una band che ha sempre affiancato alle sette note gadget incredibilmente fantasiosi per la gioia dei collezionisti. Questa volta però è il lato musicale a soffrire, schiacciato dalla complessità della storia che deve accompagnare.

Dominano timpani e orchestrazioni, emerge qualche accattivante melodia, alcuni momenti divertenti ci sono: le discrete vibrazioni di “Giant Baby”, la colorata “All For The Life Of The City”, una maestosa “Electric Fire”. Mick Jones dei Clash svolge il ruolo di narratore con gusto e ironia ma non basta a far funzionare un disco senza particolari acuti psichedelici.

Una colonna sonora che difficilmente coinvolge senza l’apparato coreografico e visivo della mostra per cui è stata creata. Marginale il ruolo dei musicisti (Steven Drozd e Michael Ivins compresi) relegati quasi a band di supporto di un Coyne fiabesco e medievale che s’impegna ma non osa. Troppo poco per una band come i Flaming Lips che ha abituato a viaggi ben più avventurosi.

Credit foto: George Salisbury

Tracklist
1. We Don’t Know How And We Don’t Know Why
2. The Sparrow
3. Giant Baby
4. Mother Universe
5. How Many Times?
6. Electric Fire
7. All For The Life Of The City
8. Feedaloodum Beedle Dot
9. Funeral Parade
10. Dipped In Steel
11. Mouth Of The King
12. How Can A Head
 
 

Squid – Bright Green Field

Come sono stati bravi gli Squid a creare un’aspettativa con l’attesa. Perché della band di Brigthon se ne parla un gran bene ...

Dinosaur Jr – Sweep it into ...

Con un un pò più di tempo del solito rispetto alle precedenti uscite, da quando insomma il trio si è riformato nella formazione iniziale, ...

You, Nothing. – ...

Le veloci chitarre degli You, Nothing., i loro bassi profondi, le loro ritmiche accattivanti, i testi che hanno il sapore della ruvida e ...

Teenage Fanclub – Endless ...

Al 31esimo anno di carriera nuovo album per la mitica band di Glasgow, il primo senza il bassista Gerard Love, 5 anni dopo ...

The Coral – Coral Island

A oltre tre anni di distanza da “Move Through The Dawn” The Coral ritornano con questo loro decimo LP da studio, realizzato da Run On ...