WHITE LIES
Live @ Circolo Magnolia (Segrate, 29/07/2019)

 
30 Luglio 2019
 

L’aria che si respira al Circolo Magnolia è bollente. L’attesa per i White Lies è resa ancora più incandescente dai  Giorgieness, band milanese capitanata da Giorgia D’Eraclea: un riuscito mix di psichedelia, pop e match rock, sensualità e magnetismo.

Sono da poco passate le 22 quando i White Lies, ultimi paladini dell’ondata post-punk revival dei primissimi anni Duemila, salgono sul palco e vengono travolti da un calorosissimo benvenuto. Da subito un’aura positiva ed energica riempie l’aria, una perfetta sinergia emozionale tra band e pubblico.

La partenza è con “Time To Give”, dall’ultimo album “Five” uscito lo scorso Febbraio, un brano bellissimo con una coraggiosa progressione di synth nella parte centrale, un assaggio ben riuscito di quelli che saranno i colori e le sfaccettature della serata.

Sulle note di “Farewell To The Fairground”, dall’amatissimo primo album, urla e mani al cielo. Esplosione del pubblico, la prima di una lunga serie.

Sin dai primi brani veniamo immersi in una varietà di suoni sconfinata, si passa dall’elettro rock e dalla new wave al pop, il tutto calibrato e potenziato da una scenografia minimale  e luci ipnotiche che virano dal blu notte al rosso accecante ad esaltare l’eleganza del trio.

In un’ora e mezza di concerto vengono sapientemente alternati brani di ieri e di oggi: “Belive It”, “Jo?”, “Never Alone”, l’ammiccantissima “Tokyo”; pure scariche di entusiasmo su “To Lose My Life” e “Death”.

Emerge la ricerca e la volontà della band di esplorare nuovi territori senza abbandonare quel sound squisitamente eighties che rende impossibile stare fermi.

La voce bassa e oscura di Harry McVeigh, la batteria spettacolare di Jack Brown, il basso virtuoso di Charles Cave, fanno dei White Lies una macchina perfetta e rodata che non si risparmia e suda energia senza sosta. Una ginnastica sentimentale senza esclusione di colpi per i presenti che si chiude magistralmente sulla tripletta di encore “Fire and Wings”, “The Price Of Love” e “Bigger Than Us”.

Dio salvi i lunedì.

 

Dente – Live @ SEI Festival ...

Dente è l’amico stronzo che tutti dovrebbero avere, quello che, con due parole, ti ruba un sorriso e dietro l’evidente ironia ...

Vinicio Capossela – Live @ ...

Tra le varie versioni inerenti le origini di Pan ve ne è una che lo vuole figlio di Penelope e di quegli uomini ostili e prepotenti che ...

Hinds – Live @ Parc Del Forum ...

E’ davvero strano viaggiare in questo periodo di pandemia mondiale: i mezzi di trasporto sono piuttosto vuoti, le camere degli ostelli ...

Cristina Donà – ...

Il colore dell’anima è quello del tramonto, perennemente sospeso tra la luce ed il buio, il cui ultimo caloroso e rosseggiante respiro si ...

Working Men’s Club – ...

Chi scrive ha già avuto la fortuna di vedere un concerto dal vivo pochi giorni fa – quello dei Bud Spencer Blues Explosion all’Arena ...