SHEER MAG
A Distant Call

[ Wilsuns RC - 2019 ]
7.5
 
Genere: Garage Rock, Glam Rock
 
di
2 settembre 2019
 

Riecco gli Sheer Mag dopo il fortunato esordio del 2017 con “Need To Feel Your Love”, séguito a propria volta di diversi singoli ed EP che ne avevano fatto apprezzare le doti ed accrescere l’attesa per il loro primo lavoro sulla lunga distanza.

Cosa aspettarsi quindi da questo secondo capitolo? In una più che ottimistica ipotesi, una conferma, visto che il canovaccio sonico della band è sempre stato piuttosto chiaro: chitarroni anni ’70, melodie trascinanti e trainate dall’incandescente voce della giunonica Christina Halladay, con i fratelli Hart e Kyle Seely (che si sono occupati anche di registrazione e suono) a coriaceo supporto con riff d’impatto ed assoli incendiari, e quel gusto (vintage, hard e glam) rock da vendere e a permeare il disco dal primo all’ultimo giro.

Detto, fatto.

Ci mette di più, la Halladay: i testi, nascosti dietro alle solite melodie magnetiche, parlano di dipendenze, di ingiustizie sociali, politiche (“Unfold Manifest” chiama in causa anche il nostro paese, con la questione degli sbarchi nel Mediterraneo, mentre “The Killer”, forse il pezzo che resta più impresso del lotto tutto, ce l’ha con l’ha con i vari Trump e predecessori) e laceranti eventi personali (la fine di una relazione, per esempio, in “Cold Sword”).

La strada ormai è tracciata, la confidenza con i mezzi raggiunta, la padronanza nella gestione aumenta, e così gli Sheer Mag possono (devono) quindi adesso dedicarsi ad alzare ancora di più i giri del motore,  acquisire ancora più spessore e credibilità spingendosi oltre a quella che rischia altrimenti di diventare una zona di eccessivo confort artistico.

Photo by Marie Lin

Tracklist
1. Steels Sharpens Steel
2. Blood from a Stone
3. Unfound Manifest
4. Silver Line
5. Hardly to Blame
6. Cold Sword
7. Chopping Block
8. The Right Stuff
9. The Killer
10. Keep on Runnin'
 
 

Death Cab For Cutie – The ...

I Death Cab For Cutie hanno pubblicato sei EP nella loro ormai lunga carriera. Un buon modo per riunire sotto lo stesso tetto versioni ...

Clairo – Immunity

Clairo è un altro tassello che è parte di una wave di nuove viralità e innovative forme artistiche che vanno oltre i singoli e la musica ...

Ezra Furman – Twelve Nudes

A distanza di un anno e mezzo dal precedente ottimo lavoro “Transangelic Exodus”  ritorna Ezra Furman, e lo fa con un album diverso, ...

The S.L.P. – The S.L.P.

“Mi sento come avessi visto la Terra dallo spazio”, dice il buon Pizzorno, deus ex machina dei Kasabian alla sua prima ...

Thee Oh Sees – Face Stabber

Prima di partire per questa recensione vi consiglio caldamente di leggere quelle dei loro album precedenti “Smote Reverse” e ...