NOEL GALLAGHER’S HIGH FLYING BIRDS – THIS IS THE PLACE EP

[ Sour Mash - 2019 ]
5.5
 
Genere: Alt Pop, Alt Rock
 
di
14 Ottobre 2019
 

L’aveva promesso ed eccolo qua.

Noel Gallagher con i suoi HFB esce con il secondo EP, facente parte di una a sua volta dichiarata trilogia prevista per l’anno in corso. E prosegue dritto nel suo percorso di sperimentazione sonora, mentre il fratello Liam, nel frattempo, piazza il proprio secondo album seguendo la rotta di navigazione più conosciuta e sicura possibile (e vola in testa alle classifiche, almeno quelle di vendita).

E se con il precedente “Black Star Dancing” (qua la recensione) avevamo cercato di essere positivi, stavolta è davvero difficile.

Coraggio non manca a The Chief, questo no. E anche la capacità di trovare la melodia, a prescindere dall’abito sonico, è innata. Ciò che lascia davvero dubbi è la consistenza di quest’offerta: perché ad essere benevolo, posso immaginare che pezzi come la già diffusa title track, gli aromi chill-out di “A Dream Is All I Need To Get By” ed “Evil Flower” che ricorda dannatamente nel riff di chitarra “Hey Willy” dei The Hollies (le altre due tracce sono remix di “This Is The Place”, di cui uno ancora a firma The Reflex) finiscano nella scaletta dei prossimi live. E da lì, inesorabilmente, scomparire nell’oblio.

Ma questo è il Noel Gallagher di oggi, prendere o lasciare. E sembra davvero inutile per il momento aspettarsi come pezzi di punta ballad create con l’acustica in braccio con le quali ha fatto innamorare generazioni. E allora, rimandiamo un giudizio definitivo al terzo capitolo della serie. A quel punto sarà tutto più chiaro. Forse.

 

Tracklist
1. This Is The Place
2. A Dream Is All I Need To Get By
3. Evil Flower
4. This Is The Place (Dense & Pika Remix)
5. Evil Flower (The Reflex Revision)
 
 

Suzanne Vega – An Evening Of ...

Chi in questi mesi ha dovuto rinunciare a un bel viaggio (magari oltreoceano) può consolarsi con questo delizioso disco dal vivo di Suzanne ...

I Like Trains – Kompromat

La parola Kompromat, si legge su Wikipedia, viene dal russo che significa”materiali compromettenti” ed è usato per indicare ...

The Slow Painters – The Slow ...

Quella dei norvegesi The Slow Painters è una delle scoperte epifaniche che danno un senso alla continua ricerca di nuovi nomi ...

The Flaming Lips – American ...

Torno a scrivere di musica dopo un po’ di tempo, dato che da un paio d’anni a questa parte sono stato trasferito dal sommo Riccardo ...

King Buzzo with Trevor Dunn – ...

King Buzzo si prende una piccola pausa dal sound ruvido cui ci ha abituato in quasi quattro decenni di attività e, a sei anni di distanza ...