DESERT SHARKS
Baby’s Gold Death Stadium

[ Substitute Scene Records – 2019 ]
8
 
Genere: Garage punk
 
16 Ottobre 2019
 

E se il futuro del rock fosse donna? Domanda interessante, bisognerebbe pensarci visto il gran numero di soliste e band al femminile emerse in anni più o meno recenti in giro per il mondo (Chastity Belt, Savages, Bleached, le Nasty Cherry sponsorizzate da Charli XCX solo per citarne alcune). Una lista lunga, variopinta e variegata in cui entrano di diritto le Desert Sharks. Quartetto newyorkese che suona insieme dal 2011 e arriva al disco d’esordio con una solida gavetta alle spalle, due EP già pubblicati (“Sister Cousins”, “Template Hair”) e il piglio di veterane piene d’entusiasmo.

Le chitarriste Stefania Rovera e Sunny Veniero, la batterista Rebecca Fruchter e la bassista e cantante Stephanie Gunther sono cresciute negli anni novanta, periodo che influenza notevolmente la loro musica ma senza particolari nostalgie. “Baby’s Gold Death Stadium” è un album con una forte personalità: si sentono echi di Sleater-Kinney, L7, Veruca Salt, Toadies, Babes In Toyland ma le Desert Sharks non devono niente a nessuno.

Il loro garage punk è vivace, trascinante. Un suono sporco e abrasivo (“Dating?”, “Trust”, “Seasick”, “Dead Weight”, “Volcano”, l’arrembante “For Loneliness Sake” con un bel finale in velocità) reso intrigante da un basso post punk e più gentile da un lato melodico à la The Breeders rivendicato con forza e esibito con orgoglio in “I Don’t Know How to Dress for the Apocalypse”, “Serpent” e “Sick Sad World”. Dodici brani grintosi, di grande impatto che rivelano le qualità di un gruppo da ascoltare e tenere d’occhio con estrema attenzione.

Credit foto: Shawn Cuni

Tracklist
1. Sorceress
2. I Don't Know How to Dress for the Apocalypse
3. Dating?
4. Don't Be Shy, Alicia
5. Volcano
6. For Loneliness Sake
7. Trust
8. Seasick
9. Sick Sad World
10. Serpent
11. Dead Weight
12. Dead Rat Cake Shop

 
 

WIVES – So Removed

La scena musicale di New York è sempre ricca e generosa nel generare e proporre nuove band ed artisti. Numerose realtà si materializzano ...

Blaenavon – Everything That ...

I Blaenavon, avevano negli anni passati catturato l’attenzione di molti e alimentato le speranze di chi si aspettava da loro grandi ...

L’ultimodeimieicani – Ti ...

Più elettrici e indie rispetto al disco d’esordio, L’ultimodeimieicani con “Ti Voglio Urlare” si pongono a metà tra i Canova e gli ...

Andrea Laszlo De Simone – ...

Un salto nel passato, nient’altro. Uno scenario magico, se vogliamo leggermente fiabesco. Lui che finalmente la salva, da un mostro, un ...

Julie’s Haircut – In ...

A distanza di pochi mesi dall’uscita di “Music from the Last Command” tornano con un album nuovo di zecca i Julie’s ...