PLAINN
Plainn

[ Pipapop Records - 2019 ]
7
 
Genere: Acustico
 
17 Ottobre 2019
 

Paolo Brusò non è nuovo a progetti che abbracciano più livelli artistici: reading musicali, composizioni, musiche per spot e il nuovo arrivato, Plainn.

Il disco d’esordio dell’ultima creazione è dedicato all’intimità dell’abbracciare la chitarra e il piano, portando il suono acustico al centro di tutto. Se “Sins” ricorda Nick Drake, nell’incipit di “Take Care” risuona l’eco dei Blonde Redhead di “For the Damaged Coda” (sigla finale di “Rick & Morty”; in un simpatico commento un utente ha cercato la canzone digitando “ahhhh ahhh ahhh sad song”). I toni non sono dei più allegri, tuttavia canzoni come “My Star” e la strumentale “Plains” alzano il tiro.

Un buon lavoro, musicalmente delicato e pacato, caratteristiche difficili da trovare oggi. Merita un ascolto approfondito, meglio se da soli, per apprezzare appieno l’atmosfera invernale.

Photo credits: Andrea Paneghetti

Tracklist
1. Open Sea
2. Take Care
3. My Star
4. A Part of You
5. Sins
6. Inside Out
7. Child
8. Plains
9. Again
 
 

Desert Sessions – Vols. 11 ...

Sedici anni dopo gli ultimi segnali di vita, si riaprono i cancelli del Rancho de la Luna. Le Desert Sessions sono ripartite, nonostante ...

Comet Gain – Fireraisers ...

Formatisi agli inizi degli anni 90 e con molte line up che si sono succedute negli anni a venire, i Comet Gain di David Feck tornano dopo ...

Pieralberto Valli – Numen

Pieralberto Valli, Pav, torna a far ascoltare nuovi, particolarissimi, brani musicali nel suo ultimo disco dal titolo “Numen”. Numen è ...

Marianne Mirage – Vite ...

Una riccia fuori dalle righe e unconventional, è così che ci piace definire Marianne Mirage nome d’arte di tutto rispetto attorno cui ...

The Menzingers – Hello Exile

È possibile realizzare un album vivace, intenso e pieno di belle melodie senza mettere in mostra uno straccio di idea originale? Stando ai ...