MARTHA
Live @ The Fleece (Bristol, 19/10/2019)

 
23 Ottobre 2019
 

La Fortuna Pop!, in venti anni di attività, ci ha lasciato tantissimi bei ricordi e altrettante fantastiche band: proprio alla festa di chiusura della label fondata da Sean Price a Londra nel 2017 avevamo visto per la prima volta i Martha live.

Oggi finalmente abbiamo di nuovo l’occasione di incontrare la band punk-pop del nord est del Regno Unito, che è in tour per presentare il suo terzo ottimo LP, “Love Keeps Kicking”, uscito lo scorso aprile via Big Scary Monsters.

Definito dal gruppo di Durham come un “breakup-album”, questo nuovo lavoro non manca comunque di vedere anche i lati positivi ed è graziato da una vena pop assolutamente invidiabile: sapranno i Martha regalarci le stesse sensazioni positive anche quando si trovano su un palco?

Siamo a Bristol, nel sud-ovest dell’Inghilterra: il Fleece, un club che sembra aver dato parecchio alla causa del rock nel corso degli anni, stasera ospita un ricco menù, comprendente anche il mancuniano Max Levy e i locali Dogeyed e Woahnows.

Con una mezz’ora di ritardo rispetto alla schedule prevista, i Martha salgono sullo stage del Fleece poco dopo le nove e un quarto. E’ “The Void” ad avere il compito di aprire la serata: sono le chitarre di JC Cairns e Daniel Ellis a supportare le due voci dello stesso Cairns e della bassista Naomi Griffin. I ritmi cominciano immediatamente ad alzarsi e le melodie a raggiungere livelli di rara bellezza: impossibile per il pubblico – tra cui scorgiano anche Gareth, il frontman dei Los Campesinos! – rimanere immobili, quando i cori ti arrivano dritti in faccia.

E’ subito una festa a cui i numerosi presenti sono tutti invitati, mentre tutti e quattro i musicisti presenti sul palco si occupano dei main-vocals, anzi spesso li condividono, creando vere delizie.

E se brani come “Sight For Sore Eyes” possono essere più tranquilli, riflessivi e malinconici, si fanno “perdonare” con cori così invitanti che diventa impossibile non tuffarcisi dentro, mentre il ritmo si alza grazie anche a una sontuosa sezione ritmica, cortesia della Griffin e del batterista Nathan Stephens-Griffin.

Le chitarre ci esaltano e sostengono un’altra deliziosa canzone come “Mini Was A Preteen Arsonist”, piena di delicate melodie vincenti, mentre “Brutalism By The River (Arrhythmia)”, cantata dal batterista, è un vero e proprio simbolo di potenza, con un drumming decisamente intenso e convinto.

E se “Orange Juice” ha un aspetto più calmo e i vocals di Nathan Stephens-Griffin sono più passionali, la successiva e vecchissima “1967, I Miss You, I’m Lonely” è una bomba irrefrenabile che scoppia direttamente sulla folla di Bristol con le sue melodie perfette e le sue chitarre rombanti.

Il mainset ovviamente non puo’ che chiudersi con “Love Keeps Kicking”, la title-track del loro lavoro più recente: noi, invece, non possiamo che inginocchiarci davanti a tanta bellezza. Non resta che lasciarsi andare e ballare: la serata prescrive questa cura per tutti i pazienti dell’ospedale Fleece.

Un’oretta di divertimento irresistibile e trascinante che difficilmente scorderemo: punk, poppy, sicuramente non perfetti, ma proprio per questo ancora più belli e veri, i Martha sono degli eroi DIY dei nostri giorni.

Non ci resta che passare dal banchetto del merch a versare il giusto tributo: qui siamo molto fortunati perché troviamo una vera rarità, il loro debutto sulla lunga distanza, “Courting Strong”, datato 2014, in versione cassetta in edizione limita di soli 100 pezzi. La serata non si poteva chiudere meglio.

 

Olden Yolk – Live @ MS ...

Dopo aver pubblicato il loro secondo LP in altrettanti anni, gli Olden Yolk sono arrivati in Europa per presentare “Living Theatre”, ...

Belle and Sebastian – Live @ ...

I Belle and Sebastian scelgono il Krakatoa per il loro primo concerto in assoluto nella capitale del vino. Lo fanno alla vigilia della prima ...

Iron & Wine + Calexico – ...

Un progetto davvero ambizioso questa collaborazione tra Iron & Wine e i Calexico: iniziato nel lontano 2005 con l’EP “In The ...

Lacuna Coil – Live @ Live ...

di Simone Bonetti Sold out facilmente prevedibile al Live Club per l’esibizione dei Lacuna Coil, senza ombra di dubbio il gruppo metal ...

FEET – Live @ The Mash House ...

Sì, il primo album dei Feet, “What’s Inside Is More Than Just Ham”, ci è proprio piaciuto e non solo per il suo pur brillantissimo ...