ALBUM: JEMMA FREEMAN AND THE COSMETIC SOMETHING
Oh Really, What’s That Then

 
8 Novembre 2019
 

Jemma Freeman And The Cosmetic Something è il nuovo gruppo della chitarrista dei Landshapes, band dream-psych-rock sotto contratto con Bella Union.

Iniziato come il suo nuovo progetto solista si è trasformato gradualmente in una band vera e propria e, pochi giorni fa, è arrivato questo debutto sulla lunga distanza via Trapped Animal.

La opening “Helen Is A Reptile” è un intro fenomenale: un brano rock chitarristico dalle ottime melodie e pieno di tensione che sprigiona adrenalina in ogni sua singola nota, mentre il suo ritornello è pura gioia ed energia.

Non facciamoci ingannare, però, perché su questo debutto sulla lunga distanza c’è molto di più di questa (relativamente) semplice traccia: per esempio, la successiva “Keytar (I Was Busy)” è costruita intorno ai synth con un senso melodico delizioso che sembra riportarci indietro a un certo pop elegante degli anni ’80.

“Count To Ten” parte da un solido impianto classic-rock, ma non nasconde anche qualche leggero velo psichedelico (che del resto è presente in tutti i quaranta minuti del disco); “Black Rain” è delicata e riflessiva, seppur piuttosto scura e vede una piccola sezione d’archi accompagnare il lavoro delle chitarre, mentre la gentile “Kopenhagen” contiene raffinati tocchi jazzy, ma si scatena nel coro, in cui il ritmo si alza notevolmente.

Un album davvero interessante questo “Oh Really, What’s That Then?”, in cui la Freeman non ha alcuna paura a spaziare da un genere all’altro e lo fa con intelligenza e sapienza: il risultato è decisamente brillante e vi consigliamo di non perderla quando a dicembre arriverà in tour in Italia.

 

Il Campione

Ennesima variazione su tema rapporto studente difficile/professore, del quale ricalca dinamiche e topoi, “Il campione” è la ...

WIVES – So Removed

La scena musicale di New York è sempre ricca e generosa nel generare e proporre nuove band ed artisti. Numerose realtà si materializzano ...

Blaenavon – Everything That ...

I Blaenavon, avevano negli anni passati catturato l’attenzione di molti e alimentato le speranze di chi si aspettava da loro grandi ...

L’ultimodeimieicani – Ti ...

Più elettrici e indie rispetto al disco d’esordio, L’ultimodeimieicani con “Ti Voglio Urlare” si pongono a metà tra i Canova e gli ...

Andrea Laszlo De Simone – ...

Un salto nel passato, nient’altro. Uno scenario magico, se vogliamo leggermente fiabesco. Lui che finalmente la salva, da un mostro, un ...