PARASITE

 
 
di
12 Dicembre 2019
 

Mentre in “Snowpiercer” l’insidiosa avanzata orizzontale nel treno garantirebbe ai protagonisti una vita e un’agiatezza reali, causando di fatto un rovesciamento dell’ordine sociale, l’intrusione dei protagonisti di “Parasite” nella vita dei ricchi, garantirebbe loro una vita migliore, ma con il permanere dello status di servi, di secondi, eternamente lontani da una condizione veramente diversa. E’ questo un assunto fondamentale per comprendere l’evoluzione del pensiero di Bong Joon-Ho verso una sua versione più oscura e nichilista, priva di speranza. Una visione che permette a “Parasite” di giocare veramente sporco nel suo inscenare una guerra tra poveri, riuscendo, perlomeno nella sua prima tremenda e serrata parte, ad essere una delle black comedy più riuscite e spiazzanti del decennio.

Un po’ meno buona e citofonata è invece la seconda parte, con la scena splatter davvero troppo prevedibile e forse anche non girata benissimo, certamente non al pieno delle capacità di cotanto regista, il quale, comunque, colleziona in questo film, anche grazie ad un cast letteralmente perfetto nella sua coralità, alcune scene memorabili (il primo confronto con i vecchi poveri, l’alluvione, l’amarissimo finale con il piano destinato a fallire).

Non il capolavorissimo che state dicendo, ma dopo “Joker” ci ho fatto il callo.

Titolo originale: 기생충 - Gisaengchung
Lingua originale: coreano
Paese di produzione: Corea del Sud
Anno: 2019
Durata: 132 min
Genere: thriller, commedia, drammatico
Regia: Bong Joon-ho
Soggetto: Bong Joon-ho
Sceneggiatura: Bong Joon-ho, Han Ji-won
Produttore: Kwak Sin-ae, Moon Yang-kwon, Jang Yeong-hwan
Produttore esecutivo: Miky Lee
Casa di produzione: Barunsun E&A
Distribuzione in italiano: Academy Two
Fotografia: Hong Kyung-pyo
Montaggio: Yang Jin-mo
Effetti speciali: Hong Jeong-ho, Jung Do-ahn, Park Kyung-soo
Musiche: Jung Jae-il
Scenografia: Lee Ha-jun
Costumi: Choi Se-yeon
Trucco: Kim Seo-jeong, Kwak Tae-yong, Hwang Hyo-kyun

Interpreti e personaggi

Song Kang-ho: Kim Ki-taek
Lee Sun-kyun: Park Dong-ik
Cho Yeo-jeong: Choi Yeon-kyo
Choi Woo-shik: Kim Ki-woo
Park So-dam: Kim Ki-jung
 

Unorthodox

“Unorthodox” narra la fuga della giovane Esty dalla comunità Hasidic (ebrei ultra-ortodossi di origine ungherese, ...

La casa de papel – Stagione 4

Tutto quanto di buono si era visto nelle prime due stagioni di questa serie fenomeno, invero manco tantissimo, era stato già buttato nel ...

Hogar (Dov’è la tua casa)

“Hogar” è un thriller psicologico molto solido che racconta la risalita sociale di un pubblicitario fallito. Man mano che ...

El Hoyo – Il Buco

Horror basco a basso costo, “El Hoyo” sta facendo parlare molto di se. In effetti il meccanismo della prigione futuristica dove ...

Ultras

Sarebbe bastata una sceneggiatura un pelo più accattivante e meno telefonata, stereotipata a fare di Ultras un film molto migliore. In ...