IDLES
A Beuatiful Thing: IDLES Live at Le Bataclan

[ Partisan Records - 2019 ]
8.5
 
Genere: Punk
 
di
20 Dicembre 2019
 

Il passo che mi era rimasto più impresso e che, lo confesso, mi aveva spinto ad andare a scoprirmi davvero bene gli IDLES, è stato sicuramente quello in cui il nostro Ben Moro nella recensione di “Joy An Act of Resistance” usava le seguenti parole: “gli IDLES mi hanno mandato completamente in pappa il cervello“.

Di lì a poco, i cervelli in pappa sarebbero diventati almeno due: seguì infatti per me una full immersion totale nel mondo di Talbot e sodali, culminata con il loro live al BBK di Bilbao, che per poco non butta giù lo stage come una wreckin’ ball.

Non ci si aspetti quindi high fidelity o particolari arabeschi rispetto ai dischi: gli IDLES scaraventano sul piatto in questo live tutta la loro essenza, la più sciatta, rabbiosa, spigolosa ma non per questo non profonda ed intensa. Perché non mancano certo messaggi di amore e fratellanza: a modo loro, ça va sans dire.

Metti poi che un Joe Talbot rauco ed istintivo come non mai e il resto della band pensino bene di calare gli assi alle prime mani, e non ci potrà essere che un knock out: le prime sei tracce infatti vanno da “Colossus” a “Danny Nedelko” passando per “Never Fight A Man With A Perm”, “Mother”, “Faith In The City” e “I’m Scum”.

Registrato il 3 Dicembre 2018 al celebre (anche per motivi extra musicali, purtroppo) Le Bataclan nella capitale francese, il lavoro vede la luce esattamente un anno dopo: un anno che ha fatto degli IDLES una realtà assoluta del panorama punk. E, a questo punto, probabilmente pure un benchmark per moltissimi giovani che approcciano ed approcceranno la materia.

Photo: Ania Shrimpton

Tracklist
1. Colossus
2. Never Fight A Man With A Perm
3. Mother
4. Faith In The City
5. I'm Scum
6. Danny Nedelko
7. Divide & Conquer
8. 1049 Gotho
9. Samaritans
10. Television
11. Great
12. Love Song
13. White Privilege
14. Gram Rock
15. Benzocaine
16. Exeter
17. Cry To Me
18. Well Done
19. Rottweiler
 
 

Ryley Walker & Kikagaku Moyo ...

Tre anni fa Ryley Walker ha tenuto a battesimo la sua piccola etichetta Husky Pants dedicata a pubblicare collaborazioni, split record, ...

Psychedelic Porn Crumpets – ...

E’ già da tempo che noi di Indie for Bunnies abbiamo messo gli occhi addosso a questa band australiana che ora arriva al quarto ...

Wild Pink – A Billion Little ...

Come forse ricorderete, la Tiny Engines non aveva pagato le royalties a numerosi dei suoi artisti, che le hanno poi fatto causa e ...

The Hold Steady – Open Door ...

E’ passato appena un anno e mezzo dall’uscita di “Trashing Thru The Passion”, ma nel frattempo tante cose hanno cambiato il ...

Paul Leary – Born Stupid

Per non lasciarci travolgere dalla tristezza in questi tempi maledetti abbiamo bisogno di musica folle, assurda e soprattutto divertente. E ...