IL MOSTRO DI ST. PAULI (DER GOLDENE HANDSCHUH)

 
 
di
28 Dicembre 2019
 

E’ un Akin diverso dal solito quello che ha diretto Der Godene Handshuh, che rinunciando al suo stile di scrittura frizzante, ai sotterfugi pop, ha asciugato il suo stile mirando al realismo di Fassbinder. Una missione rischiosa, in gran parte riuscita, necessaria per ricostruire i sobborghi fetidi di Amburgo che ospitano le gesta del più famoso dei serial killer tedeschi, un Friz Honka schifoso e ripugnante interpetato con gran credibilità dal giovane Jonas Dassler (debitamente imbruttito dal pesante trucco).

Più che le gesta dell’assassinio seriale ad andare a segno è la messinscena decadente e mortifera, che riesce ad iniettare nello spettatore un forte senso di malessere, fargli percepire il disagio della St. Pauli di metà anni ’70, in alcuni momenti fargliene finanche sentire la puzza. Oltre al terribile protagonista, incredibile la carrellata di reietti frequentatori del bar del titolo, dalle vecchie puttane al terribile ex membro delle SS.

Titolo originale: Der Goldene Handschuh
Lingua originale: tedesco
Paese di produzione: Germania, Francia
Anno: 2019
Durata: 110 min
Genere: drammatico, thriller
Regia: Fatih Akın
Soggetto: Heinz Strunk (romanzo)
Sceneggiatura: Fatih Akın
Produttore: Nurhan Sekerci-Porst, Fatih Akın, Herman Weigel
Casa di produzione: Bombero International
Distribuzione in italiano: BiM Distribuzione
Fotografia: Rainer Klausmann
Montaggio: Andrew Bird, Franziska Schmidt-Kärner
Musiche: F.M. Einheit

Interpreti e personaggi

Jonas Dassler: Fritz Honka
Margarete Tiesel: Gerda Voss
Marc Hosemann: Siggi Honka
Martina Eitner-Acheampong: Frida
Tristan Göbel: Willi
Greta Sophie Schmidt: Petra Schulz

 

Gli Uomini D’oro

Un napoletano tifoso del Napoli, un torinese tifoso del Toro e un lucano tifoso della Juventus mettono insieme le forze per rapinare un ...

Un affare di famiglia

A partire dal trionfo a Cannes fino a quello agli Oscar, si è fatto un gran parlare (meritatamente) di “Parasite”. Un film non ...

Zombieland – Doppio Colpo

Il problema di tantissimi secondi capitoli moderni è il volersi emancipare a tutti costi dal capitolo originale, puntando su tortuose ...

Figli

Considerabile a tutti gli effetti il testamento di Mattia Torre (“Boris”, “La linea verticale”, serie dalla cui ...

The Last Dance

di Angelo Mozzetta, redattore della pagina Facebook “We are Celtics – Boston Celtics Italia“ The Last Dance – Non ...