THE TWO POPES

 
 
di
28 Dicembre 2019
 

Non è certo strambo e pungente come la serie di Sorrentino, o deliziosamente onirico ed incerto come il film di Moretti, questa pellicola papale del brasiliano Meirelles. E’ sicuramente meno dissacrante delle due operazioni sopra menzionate, e per certi versi più terreno, mi si perdoni questo termine scellerato, ma proprio queste caratteristiche ne costituiscono le maggiori virtù e ne sanciscono la grande originalità.
Buddy Movie hanno detto alcuni critici, e non è un grande azzardo data la simpatia e il ritmo delle lunghe disquisizioni tra i due Papi, che quasi inconsapevolmente, guidati da Dio direbbero loro, si passano le consegne.
Parlano di quel cancro della chiesa chiamato pedofilia, dei gesuiti, delle dittature, di teologia, di riforme, eppure, grazie a una sceneggiatura riuscitissima, possiamo capire tutto, interessarci a questo o a quell’altro tema, oltre che affezionarci a due figure spogliate dell’aura sacrale che solitamente le riveste e finalmente umanizzate, svelandone dubbi ancestrali, rimorsi e incertezze.

Paradossalmente, ad appesantire il film sono dei flashback un po’ goffi e poco riusciti, messi lì in tutta probabilità per staccare le lunghissime, ma mai estenuanti, scene di dialogo tra i due Papi. Hopkins e Price sono pazzeschi, due attori come non se ne vedranno troppi altri, che si avvicinano alla fine della propria carriera con misura e consapevolezza.
Molto interessanti e mai invadenti le scelte in fatto di musical del National Bryce Dessner.

Rimanete in sala o non staccate i titoli di coda se lo guardate su Netflix, che le scenette tra i crediti sono tutte da ridere.

Titolo originale: The Two Popes
Lingua originale: inglese, spagnolo, italiano
Paese di produzione: Stati Uniti d'America, Regno Unito, Italia, Argentina
Anno: 2019
Durata: 125 min
Dati tecnici: B/N e a colori
Genere: drammatico, biografico, commedia
Regia: Fernando Meirelles
Soggetto: Anthony McCarten (opera teatrale)
Sceneggiatura: Anthony McCarten
Produttore: Dan Lin, Jonathan Eirich, Tracey Seaward
Produttore esecutivo: Mark Bauch
Distribuzione in italiano: Cineteca di Bologna / Netflix
Fotografia: César Charlone
Montaggio: Fernando Stutz
Musiche: Bryce Dessner
Scenografia: Mark Tildesley
Costumi: Luca Canfora, Beatriz Di Benedetto
Trucco: Marese Langan

Interpreti e personaggi

Anthony Hopkins: Joseph Ratzinger / Papa Benedetto XVI
Jonathan Pryce: Jorge Mario Bergoglio / Papa Francesco
Juan Minujín: Jorge Mario Bergoglio da giovane
Luis Gnecco: cardinale Hummes
 

Pinocchio

Matteo Garrone, anche in questa sua versione di “Pinocchio”, predilige i colori e le sfumature più cupe; i suoi personaggi hanno tratti ...

4 Blocks – Terza stagione

Giunge al suo epilogo questa interessante serie tedesca sulle mafie mediorientali che operano a Berlino (in particolare quella libanese). ...

Il mostro di St. Pauli (Der ...

E’ un Akin diverso dal solito quello che ha diretto Der Godene Handshuh, che rinunciando al suo stile di scrittura frizzante, ai ...

Star Wars: L’ascesa di ...

Finalmente o peccato che sia finita? Entrambe le cose. Peccato, perché quando una saga come Star Wars giunge al termine ti rendi conto del ...

Oggi, 21 dicembre di trentacinque ...

“E’ musica… perfetta, come mai musica era stata. Sposta una sola nota e si immiserisce tutto. Cambia una sola frase e la ...