BRUNORI SAS – CIP

[ Picicca Dischi, ‎Universal Music Group - 2020 ]
9
 
Genere: Cantautore indie - pop
Tags: ,
 
27 Gennaio 2020
 

Il cantautore calabrese, uno dei più apprezzati del panorama musicale italiano, sembra aver già conquistato tutti, pubblico e critica, con il suo ultimo disco, uscito il 10 gennaio, dal titolo onomatopeico “Cip”.

Che ci piaccia ammetterlo oppure no, Brunori è quanto di più classico, è ben riuscito, sia rimasto nel panorama musicale italiano. Con tutti quei riferimenti alla musica dei “grandi”, da Dalla a Battisti, in un mondo dove spopolano finti rapper e trap, è una gioia per le orecchie di chi apprezza la canzone d’autore.

“Cip” è composto da 11 brani strutturati in un crescendo, con riferimento agli album precedenti, nessuna novità o grande sorpresa, ma solo una grande esplosione di sentimenti. Il romanticismo e i sentimenti sono, come sempre, perfettamente trasmessi. Ogni accordo, così classico che sublima un ricordo, ha il sapore del conforto ed è pieno di bellezza. Ci sono De Gregori, Venditti, Ron, ed oltre all’affetto c’è la quotidianità, la vita, l’attualità di un paese e di un mondo intero. Possiamo affermare come il cantautore calabrese sia riuscito in questi anni a creare un suo personale stile.

È ormai diventata famosa la “poetica di Brunori”, un modo di comunicare e cantare inimitabile, ma anche sofferto, perché la strada percorsa fin qui è stata creata dal nulla, ed il tempo, che è sempre un galantuomo, oggi finalmente lo ripaga con un successo più che meritato.

Il pettirosso in copertina è stato dipinto da Robert Figlia, mentre il disco “Cip” è stato prodotto dallo stesso Brunori con Taketo Gohara. Insieme a lui i sempre verdi componenti della band Simona Marrazzo, Dario Della Rossa, Massimo Palermo, Mirko Onofrio, Stefano Amato e Lucia Sagretti.

Nel 2020 per la prima volta la Brunori Sas porterà la sua musica nei palazzetti, una sfida professionale decisamente importante. Nell’attesa di vedere lui e la sua band dal vivo, vi consigliamo di ascoltare questo disco che, probabilmente, rimarrà nella storia della musica italiana.

Tracklist
1. Il mondo si divide
2. Capita così
3. Mio fratello Alessandro
4. Anche senza di noi
5. La canzone che hai scritto tu
6. Al di là dell’amore
7. Bello appare il mondo
8. Benedetto sei tu
9. Per due come noi
10. Fuori dal mondo
11. Quelli che arriveranno
 
 

Lee Ranaldo & Raül Refree ...

Se non mi credete aprite Google Maps e cercate la città di Winnipeg, nello stato del Manitoba, in Canada; leggete i nomi delle sue strade: ...

Ozzy Osbourne – Ordinary Man

Dieci anni dopo l’ultima uscita solista, il Principe delle Tenebre riemerge dalle ceneri degli ormai definitivamente defunti Black Sabbath ...

SQÜRL – Some Music For Robby ...

Jim Jarmusch e il fido compagno di scorribande sonore, il producer e compositore Carter Logan, tornano a imbracciare gli strumenti sotto la ...

Stone Temple Pilots – Perdida

No, non ci siamo, non ci siamo proprio. Stavolta i fratelli De Leo l’hanno combinata davvero grossa, l’iconica band di San ...

Peggy Sue – Vices

Sono passati ben sei anni da “Choir Of Echoes”, il terzo album delle Peggy Sue, ma ora le ragazze di stanza a Londra gli anno finalmente ...