…AND YOU WILL KNOW US BY THE TRAIL OF DEAD
X: The Godless Void and Other Stories

[ Inside Out Music - 2020 ]
7
 
Genere: Indie Rock, Emo, Progressive Rock
 
di
31 Gennaio 2020
 

Piccoli grandi eroi, che si son fatti uomini, e che di gettare la spugna non ne hanno voglia alcuna.

Anche se ne hanno viste e vissute di cose e di momenti, gli …And You Will Know Us By The Trail Of Dead (più semplicemente ToD), tra alti (pochi, invero, ma intensi) e bassi e cambi di formazione, laddove i soli Conrad Keely e Jason Reece sono lì a dare continuità dagli esordi datati 1993, ne hanno ancora di benzina in serbatoio.

Al decimo album, senza lasciare per strada un decibel, un watt o un ampere di intensità evocativa, marchio di fabbrica della casa. Si respira, ancora, quella aria tanto 90’s da alt-rock americano, sì, e quando serve non si lesina sulla melodia, ma è con l’incedere più cazzuto e rumoroso (sentasi, “All Who Wander”), che si lega spesso a doppio filo con seconde metà prog e strumentali, che si può davvero tratteggiare il quadro perfetto per i texani.

Cavalcate, spallate, virate in territori più spirituali, incursioni in lande dalla malia digitale (meritevole, davvero, “Gone”), la consueta ricerca dell’epicità al suo acme (emblematico il singolo “Don’t Look Down”), i ToD sono ormai esperti piloti, abili sia ad alternare scariche di gas a giri dosati per le curve più paraboliche, come a lasciare l’acceleratore giù per mistiche insenature (“Eyes Of The Overworld”, “Blade Of Wind”).

I ToD sono una di quelle band che hanno raccolto probabilmente meno di quello che avrebbero potuto ma che, come detto, di mollare non ne hanno intenzione: e allora se questo “X: The Godless Void and Other Stories” non passerà alla storia né per pezzi memorabili tantomeno per qualità in termini assoluti, sicuramente metterà altre frecce nella faretra dei texani, pronti a salire ancora sui palchi di mezzo mondo, dove la resa è sempre d’eccezione e lo spettacolo è davvero da non perdere.

Tracklist
1. The Opening Crescendo
2. All Who Wander
3. Something Like This
4. Into The Godless Void
5. Don’t Look Down
6. Gone
7. Children Of The Sky
8. Who Haunts The Haunter
9. Eyes Of The Overworld
10. Gravity
11. Blade Of Wind
12. Through The Sunlit Door
 
 

White Flowers – Day By Day

Joey Cobb e Katie Drew arrivano finalmente all’album e confermano quanto di buono avevamo già colto nelle loro precedenti uscite. Il ...

Japanese Breakfast – Jubilee

Sono passati quasi quattro anni dall’uscita di “Soft Sounds From Another Planet”, il secondo LP di Japanese Breakfast, ma ora ...

Facs – Present Tense

Profondo, insistente, cupo quanto basta, entra in testa radicandosi nella nostra memoria la terza fatica dei Facs, trio di Chicago formato ...

News For Lulu – Ready For ...

Ritorno inaspettato quello dei News For Lulu, band di Pavia che aveva attirato l’attenzione di critica e pubblico con tre album (“Ten ...

Sculpture Club – Worth

L’album del 2016 “A Place to Stand” segnò il debutto dei Sculpture Club che tornano ora sulla scena con ...