SARAH MARY CHADWICK
Please Daddy

[Rice Is Nice / Sinderlyn – 2020]
8.5
 
Genere: Dark pop
 
6 Febbraio 2020
 

Pochi artisti sono cresciuti negli ultimi anni come Sarah Mary Chadwick. Neozelandese trapiantata in Australia, da tempo ormai scrive e compone dischi di grande impatto emotivo accompagnandosi con la chitarra e il pianoforte. Elogiata dalla critica non ha purtroppo mai raggiunto il successo di pubblico che meriterebbe.

Le cose potrebbero cambiare con “Please Daddy” in cui il tono aggressivo degli esordi si stempera definitivamente in dieci brani sobri e sofferti. Il lutto che ha ispirato l’album (la morte del padre) pervade ogni nota, ogni attimo. Dolore che diventa una presenza fissa, costante, si può quasi toccare in “When Will Death Come”, “I’m Not Allowed In Heaven” e “Nothing Sticks”, si fa più lieve solo momentaneamente in “Let’s Fight”.

Dolore che segna, che brucia ma non annienta quello di cui parla Sarah Mary Chadwick. L’anno scorso si era messa alla prova con un progetto ambizioso chiamato “The Queen Who Stole The Sky” (undici splendidi brani composti per essere suonati sull’antico organo del municipio di Melbourne) e un po’ di quella solennità è rimasta in “Please Daddy”.

Fa i conti con se stessa Sarah Mary e non è tenera, in un disco intimo e personale che la vede circondata dagli amici di sempre: Tim Deane-Freeman alla batteria, Geoffrey O’Connor al basso, Hank Clifton-Williamson al basso, Joel Robertson alla tromba. Anna Calvi e Joan As Policewoman sono i nomi che vengono in mente sentendo “Please Daddy” ma anche i fan di Amanda Palmer dovrebbero ascoltare con estrema attenzione.

Tracklist
1. When Will Death Come
2. I’m Not Allowed In Heaven
3. Please Daddy
4. The Heart And It’s Double
5. Let’s Fight
6. Make Hey
7. Nothing Sticks
8. If I Squint
9. My Mouth My Cunt
10. All Lies
 
 

Greg Dulli – Random Desire

E’ raro fare qualcosa per la prima volta, dopo trent’anni di onorata carriera. Succede a Greg Dulli (Afghan Whigs, The Twilight Singers) ...

Beach Bunny – Honeymoon

Attesissimo (dal sottoscritto) l’esordio sulla lunga distanza della band di Lili Trifilio non possiamo dire che deluda, ma non riesce ...

Oh Wonder – No One Else Can ...

Avevo riposto delle discrete aspettative su questo nuovo lavoro del duo londinese, gran parte delle quali però disattese. Dispiace, perché ...

The Men – Mercy

Incredibile ma vero, i The Men sono riusciti a registrare ben tre dischi di fila con la stessa formazione. “Mercy” è l’ottavo album ...

Mariana Semkina – ...

Primo album solista per Marjana Semkina, voce degli iamthemorning (sempre lei nonostante lo spelling diverso del nome a lettere gotiche in ...