OGGI “THE SWINDLER” DEI SUPER ELASTIC BUBBLE PLASTIC COMPIE 15 ANNI

 
9 Febbraio 2020
 

E’ finito un po’ nel dimenticatoio “The Swindler”, esordio dei Super Elastic Bubble Plastic. Trio mantovano in cui militavano Gionata Mirai (voce e chitarra) poi diventato parte de Il Teatro Degli Orrori, Gianni Morandini (basso) e Alessio Capra (batteria) capace di colpire al cuore con un primo disco dinamico, spontaneo, tirato dalla prima all’ultima nota.

Prodotto da Giulio Favero degli One Dimensional Man, masterizzato da Madaski e cantato in inglese, si inseriva in quell’onda di rock italiano d’inizio millennio che puntava sull’energia pura e senza fronzoli, brani dal suono scarno e ruvido tutti da saltare. I Super Elastic Bubble Plastic aggiungevano al mix un gusto melodico non comune e una buona dose di divertimento, senza scordare le emozioni che trasparivano chiare dietro la furia musicale.

Trascinato da brani come “Double Party”, “My Emotional Friend”, “Little Red Ghost” l’esordio dei tre mantovani è riuscito ad attirare l’attenzione della tv approdando perfino su MTV proprio col bel video di “My Emotional Friend” diretto da Marco Pavone e di molta stampa specializzata, stupita soprattutto dalla varietà del sound di una band giovane ma già convinta dei propri mezzi tanto da abbassare il ritmo senza paura in “Sisters”.

“The Swindler” è stato l’inizio di un percorso fortunato per i Super Elastic Bubble Plastic, autori di altri due album (“Small Rooms” e “Chances”) prima dello scioglimento nel 2013. Un esordio che regge alla prova del tempo restando vitale, genuino, anima e cuore in sette note.

Data di pubblicazione: 9 febbraio 2005
Tracce: 10
Lunghezza: 29:00
Etichetta: RedLed Records/Self
Produttori: Giulio Favero

Tracklist

1. Double Party
2. I Can’t Sleep And I Hate You
3. My Emotional Friend
4. Come With Us
5. Little Red Ghost
6. Souvenir D’Italie
7. Addiction
8. The Swindler
9. Sisters
10. My Emotional Friend (Reprise)

 

Tribute to Ginger Baker, Eventim ...

“Dawn-light smiles on you leaving, my contentment“. Le nostre essenze sono fragili e minuscole, ma allo stesso tempo così ...

Oggi “Physical Graffiti” dei ...

Tutto incomincia con il riff di “Custard Pie”, allo stesso tempo minaccioso ed inebriante, sensuale e lascivo, nel quale gli ...

Quando musica e malattia vanno a ...

La musica e la malattia. Un legame che non funziona solo come “medicina”, perché sulle proprietà curative e lenitive della ...

Oggi “Stato di ...

La fine millennio di Carmen Consoli è stata ricca di soddisfazioni. Una consacrazione per lei, che aveva provato invano a trovare spazio in ...

Oggi “Maxinquaye” di ...

“Lasciate che vi accompagni nei corridoi della mia vita”. Tricky, “Hell Is Round the Corner” Benvenuti nell’Inferno secondo Adrian ...