GASTONE
(II)

[ Mattonella Records - 2019 ]
7.5
 
Genere: indie-rock
Tags:
 
12 Febbraio 2020
 

Torna dalla riviera adriatica una band troppo in ombra per il suo reale valore, guidata dal solito Leonardo Antinori, passato da un rock più corposo con i Jumping the Shark a sonorità più psichedeliche e articolate espresse nell’omonimo album d’esordio dei Gastone. Con “(II)” la band marchigiana scova nella malinconia un terreno fertile dove gettare le basi per delle composizioni più complesse, rendendo la chitarra mezzo ideale per trasmettere queste emozioni, tra la nostalgia di fondo e un senso di spaesamento – e “Febbre” ne è l’apoteosi -.

Banalmente, un album del genere richiama alla vita della riviera d’inverno vista dagli occhi di chi la osserva tutto l’anno, abbandonato a un senso di quiete tra locali chiusi, palazzine spente e spiagge deserte, senza più musiche raggaeton, hit estive e karaoke stonati dagli altoparlanti degli stabilimenti balneari.

A molti potrebbe sembrare triste e desolante, ma è un mood particolarmente introspettivo e in queste dinamiche i Gastone ci sguazzano, staccandosi completamente dalle tendenze e puntando all’empatia (“Condoglianze”) senza però rinunciare a canzoni d’effetto, come con l’ottima “Letargo”  o con la complessa “Transatlantico” dalle tinte pseudo math, che attestano una personalità forte, confermata dall’ambiziosa “Invecchiando” e da “Cristalli”, dal sapore shoegaze.

Non serviva una conferma, dal momento in cui già con il primo album avevano attirato le luci su di loro, ma è comunque arrivata e “(II)” ha il potenziale per uscire dalla nicchia.

Tracklist
1. Letargo
2. Transatlantico
3. Cristalli
4. Febbre
5. Invecchiando
6. Condoglianze
7. Ombra
 
 

Lee Ranaldo & Raül Refree ...

Se non mi credete aprite Google Maps e cercate la città di Winnipeg, nello stato del Manitoba, in Canada; leggete i nomi delle sue strade: ...

Ozzy Osbourne – Ordinary Man

Dieci anni dopo l’ultima uscita solista, il Principe delle Tenebre riemerge dalle ceneri degli ormai definitivamente defunti Black Sabbath ...

SQÜRL – Some Music For Robby ...

Jim Jarmusch e il fido compagno di scorribande sonore, il producer e compositore Carter Logan, tornano a imbracciare gli strumenti sotto la ...

Stone Temple Pilots – Perdida

No, non ci siamo, non ci siamo proprio. Stavolta i fratelli De Leo l’hanno combinata davvero grossa, l’iconica band di San ...

Peggy Sue – Vices

Sono passati ben sei anni da “Choir Of Echoes”, il terzo album delle Peggy Sue, ma ora le ragazze di stanza a Londra gli anno finalmente ...