NADA SURF
Never Not Together

[ Barsuk Records - 2020 ]
7
 
Genere: Pop-Rock
 
di
19 Febbraio 2020
 

Ancora lì, ancora sul pezzo, al nono album in studio, i Nada Surf.

Registrato al prestigioso Rockfield Studios [quello di “(What’s The Story) Morning Glory?”, per dirne uno] in Galles, la cosa da mettere in chiaro e premettere immediatamente è una, e pure semplice: non aspettatevi nient’altro che un disco, un bel disco, da Nada Surf.
Di power-pop (più che rock) genuino, che punta dritto su melodia e ritornelli che vogliono entrarti immediatamente in testa (vedasi l’opener “So Much Love”), su argomenti umani e semplici, senza strafare. Senza-assolutamente-strafare. Perché lo stile di casa è quello, ed è pure giusto che sia così.
La quota di volo è tenuta ad altezza media, la velocità di crociera altrettanto moderata, senza particolari cabrate, imbardate e beccheggi: la trazione, quella pur sempre, chitarristica ci mette il resto, la sezione ritmica accompagna fidata, gli orpelli minimi, che siano tastiere o cori. Ci sono sì momenti più delicati (“Mathilda”, specie in attacco) e si risente pure Matthew Caws col suo spoken, ancora una volta sarcastico, che ci riporta a “Popular”: ed è subito 1996.

Delizioso, melodico, appassionato, positivo, autentico: questo è, tanto basta a noi, e tanto basterà sicuramente anche ai fan di vecchia data.

Tracklist
1. So Much Love
2. Come Get Me
3. Live Learn And Forget
4. Just Wait
5. Something I Should Do
6. Looking For You
7. Crowded Star
8. Mathilda
9. Ride In The Unknown
 
 

Braids – Shadow Offering

Inizia con la dichiarazione di un amore fugace contenuta nell’opening track “Here 4 U” il quarto album in studio della ...

Cloud Nothings – The Black ...

Era ottobre 2018 quando i Cloud Nothings avevano pubblicato, via Wichita Recordings, il loro quinto LP, “Last Building Burning”: ora la ...

The Beths – Jump Rope Gazers

Diamo il bentornato ai simpatici Beths di Auckland che danno un seguito al piacevolissimo esordio di due anni fa. Il quartetto cambia un ...

Khruangbin – Mordechai

Tornano i mariachi del groove texani dopo l’ottimo “Con Todo El Mundo”, e lo fanno dimostrano un invidiabile stato di ...

Sault – Untitled (Black is)

In un mondo di sovraesposizione mediatica i Sault si fanno notare per la loro misteriosa identità: arrivati al terzo album, di cui due ...