MAZZY STAR: LA TOP 10 BRANI

 
27 Febbraio 2020
 

Giunge improvvisa la notizia della morte di David Roback polistrumentista, compositore e co – fondatore dei Mazzy Star. Secondo lutto in pochi anni dopo la scomparsa del batterista Keith Mitchell nel 2017. Un altro pezzo di storia che se ne va, a poche settimane di distanza da Andy Gill dei Gang Of Four. Ricordiamo la carriera di Roback con dieci brani dedicati ai Mazzy Star e non solo.

10 – KALEIDOSCOPE

1983, da “Emergency Third Rail Power Trip”

California, primi anni ottanta. Il movimento poi chiamato Paisley Underground si fa strada a suon di chitarre e melodie dolcemente psichedeliche. Ne facevano parte i The Rain Parade e David Roback era chitarrista e produttore del primo album “Emergency Third Rail Power Trip”

9 – FELL FROM THE SUN

1989, da “Early Recordings”

Lasciati i Rain Parade, Roback ha formato gli Opal insieme a Kendra Smith dei Dream Syndicate e Keith Mitchell. “Fell From The Sun” è il loro primo singolo e già si vedono i segni del futuro che verrà

8 – BEFORE I SLEEP

1990, da “She Hangs Brightly”

Hope Sandoval sostituisce la Smith e nascono i Mazzy Star. Le atmosfere si fanno più dolci. Roback riesce a trovare ciò che cercava nel timbro fruttato della Sandoval, una forza delicata evidente già dagli esordi ad inizio anni novanta soprattutto in questa sognante “Before I Sleep”

7 – RIDE IT ON

1990, da “She Hangs Brightly”

Ride it on baby” … sempre dall’album numero uno qui in una speciale versione live di qualche anno dopo. 1994, Bridge School Benefit di Neil Young

6 – HAPPY

1996, da “Among My Swan”

La musica dei Mazzy Star era fatta anche di riverbero, melodia e scintillii anni settanta come nel terzo album che recuperiamo con un bel salto nel tempo

5 – FLOWERS IN DECEMBER

1996, da “Among My Swan”

Ancora “Among My Swan” con il singolo gentile, “Flowers In December” e la sua armonica dai mille colori

4 – SPARROW

2013, da ” Seasons Of Your Day”

Altro salto nel tempo per recuperare i Mazzy Star del nuovo millennio, tornati dopo anni in cui hanno scritto molto senza pubblicare nulla. Maturi nei suoni, sempre poetici e onirici in quello che probabilmente rimarrà il loro ultimo disco

3 – CALIFORNIA

2013, da “Seasons Of Your Day”

Penombra e giochi di luce nella “California” dei Mazzy Star. “I think I’m going back” con un po’ di nostalgia, chitarre e voce che si parlano in cinque minuti di puro istinto musicale

2 – INTO DUST

1993, da “So Tonight That I Might See”

Primi due posti forse scontati, dedicati a un album capace di farsi strada coi suoi ritmi gentili tra camicie di flanella, capelli al vento e rabbia. Anche la gentilezza può essere forza se fa leva sui sentimenti giusti …

1 – FADE INTO YOU

1993, da “So Tonight That I Might See”

Poteva forse mancare? No, certo che no. Il brano più noto, quello più usato nelle colonne sonore, che ancora colpisce con le sue armonie e il tono dolce che oggi improvvisamente sembra molto più triste

BONUS TRACK – OPAL – GHOST HIGHWAY

1988, da “Rough Trade Promo”

Piccola chicca di cui si è molto parlato tempo fa … prima versione del brano poi rielaborato in “She Hangs Brightly”. E voi quale preferite?

Credit foto: Press Here

 

“Gigaton” e la ...

di Elena Castagnoli Sono tempi difficili, amplificati da un virus che attanaglia il mondo, costringe alle mura domestiche e a circondarsi ...

Spostato il Primavera Sound: si ...

La notizia nell’aria da settimane riceve oggi l’inevitabile conferma: l’edizione annuale del Primavera Sound si terrà dal ...

Guarda Neil Young esibirsi nella ...

Neil Young ha postato sul suo sito ufficiale una nuova puntata delle “Fireside Sessions” serie di video, realizzati dalla moglie ...

Ascolta “Wandering ...

Mackenzie Scott, ovvero Torres, ha condiviso in queste ore una sua versione di “Wandering Star” brano tra i più noti dei Portishead ...

“Sono cresciuta ascoltando la ...

Seguiamo Waxahatchee (ovvero Katie Crutchfield) da ormai alcuni anni e siamo sempre rimasti entusiasti dei suoi LP, che l’hanno resa una ...