REAL ESTATE
The Main Thing

[Domino - 2020]
7
 
Genere: indie-pop,dream-pop
 
4 Marzo 2020
 

Sono passati quasi tre anni dal delizioso “In Mind”, ma questo weekend segna il gradito ritorno in formato full-length dei Real Estate con questo “The Main Thing”.

Scritto nel corso di un anno e influenzato dalle ansie per le future generazioni, questo quinto LP della band indie-pop del New Jersey è stato registrato insieme al produttore Kevin McMahon, già al loro fianco per “Days” (2011).

Si cammina su terreni nostalgici e sognanti con “Gone”, dove le chitarre jangly si muovono soffici su splendide melodie, disegnate anche con l’aiuto dei synth e soprattutto della voce sempre gentile e riflessiva del frontman Martin Courtney.

Interessante il primo singolo, “Paper Cup”, che vede la partecipazione di Amelia Meath dei Sylvan Esso: le influenze synth-pop dalle venature ‘80s sono arricchite da eleganti arrangiamenti, armonie e ovviamente da un grande senso melodico e non possiamo nemmeno nascondere la voglia di muovere il piede, grazie a quelle percussioni che hanno un non so che di esotico.

La title-track “The Main Thing” è vivace e briosa e potrebbe diventare presto un classico della discografia dei Real Estate con quei suoi gustosi toni indie-pop, ormai tipici del gruppo del New Jersey.

“Silent World” ci presenta la sua malinconica nostalgia attraverso una leggera chitarra, supportata da una drum-machine, ma anche da preziosi archi, mentre “Falling Down” sa emettere uno speciale calore e conforto con i vocals di Courtney che entrano immediatamente nel cuore dei fan.

I Real Estate non hanno mai preteso di essere degli innovatori, ma sanno fare bene ciò che gli è più caro e, album dopo album, cercano di migliorare e di arricchire il loro suono con piccoli nuovi dettagli, portandoci ancora una volta un lavoro gradevole e rilassante: “The Main Thing” potrebbe essere la colonna sonora degli ultimi giorni dell’estate, un buon modo per condurci con affetto verso l’autunno con quel suo tocco indie-pop agrodolce.

Photo Credit: Jake Michaels

Tracklist
1. Friday
2. Paper Cup [ft. Sylvan Esso]
3. Gone
4. You
5. November
6. Falling Down
7. Also A But
8. The Main Thing
9. Shallow Sun
10. Sting
11. Silent World
12. Procession
13. Brother
 
 

The Spacepony – Pinball ...

Avevamo parlato dei ravennati Spacepony a luglio scorso, presentando il bel progetto multimediale legato alla loro cover “casalinga” e ...

The Damned – The Rockfield ...

I Damned tengono fede alla propria fama e soprattutto alle loro dolenti e vibranti sonorità, perennemente in bilico tra punk e gothic rock, ...

Cut Worms – Nobody Lives Here ...

Arriva sotto forma di un gargantuesco doppio album la seconda fatica discografica firmata Cut Worms. Non una vera e propria band, bensì una ...

Drew Citron – Free Now

Gli inizi negli Avan Lava, due album con i Beverly (la ricordiamo con Frankie Rose), attualmente nei Public Practice e finalmente ora ...

Pine Barons – Mirage On The ...

Dopo tre anni dal loro debutto full-length, “The Acchin Book”, i Pine Barons sono ritornati con un nuovo LP, realizzato dalla Grind ...