DIAMANTI GREZZI

 
Tags:
 
di
18 Marzo 2020
 

Un film che ti lascia semplicemente con il fiatone.
Girato praticamente in corsa, con la telecamerra appiccicata alle chiappe di un verboso, talentuoso gioiellere combinaguai, tra i cui numerosi problemi figura una forte dipendenza da gioco d’azzardo, “Uncut Gems” è un film che gioca con i sensi e la resistenza degli spettatori piuttosto che con le loro emozioni. Tanto che a volte seguire le macchinazioni della sceneggiatura, le intuizioni dei protagonisti, o semplicemente il ritmo degli eventi che travolgono o vengono stravolti con soluzione di continuità da Howard Ratner (un Sandler mai così bravo da “Punch-Drunk Love”), è fisicamente opprimente (la scena in cui Kevin Garnett, si proprio KG nel ruolo di se stesso, e sodali rimangono chiusi tra le due porte di sicurezza della gioielleria o quella in cui Sandler viene sequestrato nel cortile della scuola sono due esempi ficcanti, ma se ne potrebbero fare degli altri).

La colonna sonora turbinosa e frammentaria di Daniel Lopatin (Oneohtrix Point Never) incrementa il senso di straniamento e quando si incunea nei meandri dell’opale nero al centro delle vicende o nel colon del protagonista è propriamente psichedelica. Le sue note elettroniche sparpagliate come i frammenti di uno specchio rotto, le riprese guizzanti e ipercinetiche dei Safdie e una New York caotica e alienante, mossa dal denaro e soltanto dal denaro, sono i letali colpi in canna di un action moderno, atipico ed elettrizzante.

Titolo originale: Uncut Gems
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Anno: 2019
Durata: 135 min
Genere: thriller, drammatico
Regia: Josh e Benny Safdie
Sceneggiatura: Ronald Bronstein, Josh e Benny Safdie
Produttore: Sebastian Bear-McClard, Scott Rudin, Eli Bush
Produttore esecutivo: Anthony Katagas, David Koplan, Oscar Boyson, Martin Scorsese, Emma Tillinger Koskoff
Casa di produzione: Elara Pictures
Distribuzione in italiano: Netflix
Fotografia: Darius Khondji
Montaggio: Ronald Bronstein, Benny Safdie
Effetti speciali: Eran Dinur
Musiche: Oneohtrix Point Never
Scenografia: Sam Lisenco
Costumi: Miyako Bellizzi

Interpreti e personaggi

Adam Sandler: Howard Ratner
Lakeith Stanfield: Demany
Julia Fox: Julia
Kevin Garnett: se stesso
Idina Menzel: Dinah Ratner
Eric Bogosian: Arno Maradian
 

La casa de papel – Stagione 4

Tutto quanto di buono si era visto nelle prime due stagioni di questa serie fenomeno, invero manco tantissimo, era stato già buttato nel ...

Hogar (Dov’è la tua casa)

“Hogar” è un thriller psicologico molto solido che racconta la risalita sociale di un pubblicitario fallito. Man mano che ...

El Hoyo – Il Buco

Horror basco a basso costo, “El Hoyo” sta facendo parlare molto di se. In effetti il meccanismo della prigione futuristica dove ...

Ultras

Sarebbe bastata una sceneggiatura un pelo più accattivante e meno telefonata, stereotipata a fare di Ultras un film molto migliore. In ...

The New Pope

Dopo due primi episodi che introducono il nuovo Papa arrancando tra provocazioni un po’ ovvie, sia visive che narrative, Sorrentino ...