GIGANTE
Buonanotte

[ Carosello Records - 2020 ]
7.5
 
Genere: Pop, Elettronica
Tags:
 
20 Marzo 2020
 

Una delle cose più interessanti della tanto discussa musica liquida è la possibilità di accedere a un archivio pressoché illimitato di canzoni, e questo è assodato, ma non è scontato saper gestire questo materiale in modo stimolante, con il rischio (alto) di perdersi in cliché e frasi fatte. Gigante prende spunto dagli anni Ottanta, Novanta e da chi oggi ne ha riportato in auge alcuni concetti (Tame Impala per fare un nome); sa di non essere l’unico, così punta a esaltare il suo tratto peculiare: il timbro vocale.

Musicalmente ricorda Giorgio Poi (“La felicità a che ora arriva?”), con una mescolanza di sonorità effettate che creano un campo sonoro denso, dove l’ascoltatore viene immerso, stordito dalla voce liquida e dai riff che prepotenti si insinuano nel tessuto ritmico sconnesso del basso e batteria. L’imprevedibilità di “Vene”, molto elettronica e sempre in cerca di qualcosa – come il significato del testo -, evidenzia la sua capacità di gestire stimoli sonori diversi, dagli spunti orecchiabili (“Gomma americana” e “Rettile”) a sfumature più ricercate (“Il mare come sta?”).

Si fa apprezzare la scelta di inserire brani strumentali, utili a spezzare la routine dell’album e a legare i brani tra loro; ormai sembra essere una consuetudine, ma in questo caso non fa pensare a scelte di ripiego per arrivare ad un numero di brani da giustificare un album piuttosto che un EP: gli intermezzi suonano melodici, dinamici e lasciano alta l’attenzione ai pezzi cantati, facendo di “Buonanotte” un album con molta personalità e dalle ottime potenzialità.

Tracklist
1. Lontra
2. Gomma americana
3. Rettile
4. La felicità a che ora arriva?
5. Vene
6. Cous cous
7. Il mare come sta?
8. Caucciù
9. Tempesta
 
 

Hum – Inlet

Dalle radici di puro shoegaze sono rispuntati dopo ben ventidue anni gli statunitensi Hum. La band di Champaign, Illinois, si presenta a ...

Pure Bathing Culture – ...

E’ sempre un piacere ritrovare i Pure Bathing Culture, sopratutto quando lo stato di forma pare buono. Non ci sono particolari novità ...

Japandroids – Massey Fucking ...

Brian King e David Prowse sono animali da palco, ognuno a modo proprio: il primo suda come fosse una sessione di CrossFit ad alta ...

Nadine Shah – Kitchen Sink

Tre anni dopo “Holiday Destination” torna Nadine Shah con un disco conturbante, diverso da quanto fatto in passato anche se non certo ...

Pottery – Welcome To ...

Ci fanno assaggiare il loro valore i Pottery che questo weekend hanno pubblicato il loro debutto full-length, in arrivo a distanza di un ...