COCOROSIE
Put The Shine On

[ Marathon Artists - 2020 ]
7.5
 
Genere: psychedelic folk, alternative, electro, sperimentale
Tags:
 
23 Marzo 2020
 

Se c’è una certezza è di sicuro quella che Bianca e Sierra Casaday hanno saputo mettere per bene alla prova la pazienza dei fan. L’ultimo lavoro del duo, infatti, arriva a distanza di ben cinque anni dal precedente “Heartache City”. “Put The Shine On”, nuovo album del magico progetto multidisciplinare CocoRosie, vede la luce il 6 marzo per l’etichetta Marathon Artists.

Lo stile delle musiciste, ormai lo sappiamo, è più che riconoscibile. Universi che vanno a fuoco, ricchissime tavolozze di colore, giocattoli per bambini ed una spiccata e distorta sensibilità teatrale. In breve, il marchio Casaday è un fumo misterioso che continua a traboccare imperterritamente e generosamente dall’immaginazione delle sorelle. È questa la musicalità che le contraddistingue ed è un’arma unica e rara. Volutamente camaleontiche, le canzoni delle CocoRosie fondono generi diversi con perfetta nonchalance ed armonia. Un intimo cosmo melodico si dirama attraverso i molteplici stili vocali e gli insoliti strumenti di recupero che le sorelle Casaday padroneggiano ancora una volta all’interno del nuovo album.

“Smash My Head” e “Lamb and the Wolf” sono i primi singoli estratti. Il primo brano racconta la genesi di un grido senza fondo, un pianto adolescenziale. Per le Cocorosie, lo sfogo supremo di “Smash My Head” è proprio quello che si è trattenuto sempre in gola fin dall’età più cupa e turbolenta. Musicalmente parlando, il pezzo è un viaggio dalle sfumature violente che accarezzano il dub-step riallacciandosi, contemporaneamente, a solidi elementi drum’n’bass. “Lamb and the Wolf”, invece, abbina vocette dalle pieghe volutamente infantili ad un sottofondo di tamburelli e matti versi di giocattoli scovati chissà dove.

Ennesimo esempio dell’ampio respiro delle creazioni delle Cocorosie è “Restless”: un brano difficile da togliersi dalla testa, perfettamente associato dalle artiste ad un video in una dolciastra salsa anni ’80. “Aloha Friday”, invece, c’introduce in tutt’altro reame tra una battuta alla macchina da scrivere ed un giro di carillon. La canzone, a mio avviso una delle punte di diamante di quest’album, si apre languida e malinconica e continua il suo percorso molle sostenuta dalla melodia di fedeli violini che si piegano cecamente, seguendo la voce che li guida.

Hip-hop, psychedelic folk ed opera si uniscono perfettamente nel nuovo album, creando un unico sfondo sonoro inaspettatamente coerente. “Put The Shine On” è uno strano viaggio al contempo introspettivo e temporale. Un altro gradino scintillante raggiunto ponderatamente dalle sorelle Casaday. Di sicuro un gran bell’album che non vedo l’ora di ascoltare anche dal vivo.

Credit Foto: CocoRosie’s Mom

Tracklist
1. High Road
2. Mercy
3. Restless
4. Smash My Head
5. Where Did All The Soldiers Go
6. Hell's Gate
7. Did Me Wrong
8. Lamb And The Wolf
9. Slow Down Sun Down
10. Burning Down The House
11. Ruby Red Bass
12. Aloha Friday
 
 

Stian Westerhus – Redundance

Con la classe e la competenza tipica del vero musicista, Stian Westerhus prosegue il suo particolarissimo percorso di evoluzione artistica ...

Anna Calvi – Hunted

Non sono rari al giorno d’oggi i casi di album che vengono rivisti, rimaneggiati – con chiavi di lettura di volta in volta ...

Birthh – Whoa

E’ italianissima, ma non lo diresti mai, almeno riferendosi alla sua musica e al suo universo di riferimento. Alice Bisi – che a ...

Jet Set Roger – Un rifugio ...

Jet Set Roger (alias Roger Rossini) è un artista a cui non piace certo vincere facile, e lo dimostra una volta di più con il suo nuovo ...

Hilary Woods – Birthmarks

Il nome di Hilary Woods a queste latitudini potrebbe non dire granché, ma immagino che (almeno) gli appassionati di britpop e dintorni non ...