OGGI “VENI VIDI VICIOUS” DEI THE HIVES COMPIE 20 ANNI

 
Tags:
10 Aprile 2020
 

La citazione di Giulio Cesare nel titolo, a quel tempo, era decisamente azzeccata. In ambito punk-rock-garage gli svedesi The Hives stavano davvero mettendo tutti ai loro piedi. Non inventavano assolutamente nulla di nuovo, ma mettevano sul piatto influenze chiarissime, mescolandole con un dosaggio perfetto e melodie che ti trascinavano in pista e ti facevano saltare, pogare e sculettare come un vero invasato.

Esplosivi, carichi come le molle e guidati da quel pazzo di Howlin’ Pelle Almqvist, in questa seconda fatica aggiustano il tiro più hardcore di “Barely Legal”, schiacciando leggermente il piede sul freno, giusto quel tanto che basta per trovare quello stile perfetto che li caratterizzerà per la carriera. In questa mezz’oretta tutto viaggia che è un piacere e, se ci venisse voglia di andare a vedere quali sono gli ingredienti finiti nel frullatore di casa Hives, beh, sicuramente troveremmo grossi dosi di classici come Stooges, Kinks e Ramones, ma filtrati qui da una sensibilità ancora più deragliata, deragliante e degenerata e poi ecco comparire quel trionfale spirito nordico, che infondeva fuoco e ardore sacro a tutte le produzioni rock che arrivavano, in quel periodo, da quelle zone d’Europa.

I singoli estrapolati dal disco sono davvero micidiali e se piazzati in qualche seratina rock fanno ancora una sporchissima figura: “Hate to Say I Told You So” o “Main Offender”, giusto per fare 2 nomi, sono costruite con una struttura impeccabile, da alta orologeria svizzeria, tra ritmo martellante, stop appropriati e chitarre pimpanti, mentre Pelle piazza la sua voce schizzata. Roba sopraffina. Da sghignazzate anche la versione di “Find Another Girl”, che perde la morbidezza e la voce calda e bassa di Jerry Butler e trova questo andamento con delle tastierine sbarazzine e Pelle Almqvist che prova a fare il cantante “educato”, alla Mike Patton.

20 anni e non sentirli per questo divertentissimo concentrato d’energia made in Sweden.

Pubblicazione: 10 aprile 2000
Durata: 27:55
Dischi: 1
Tracce: 12
Genere: Garage punk, Garage rock
Etichetta: Burning Heart
Produttore: Pelle Gunderfelt
Registrazione: 1999

Tracklist:

The Hives – Declare Guerre Nucleaire – 1:35
Die, All Right! – 2:46
A Get Together to Tear it Apart – 1:52
Main Offender – 2:33
Outsmarted – 2:22
Hate to Say I Told You So – 3:22
The Hives – Introduce the Metric System in Time – 2:06
Find Another Girl – 3:12
Statecontrol – 1:54
Inspection Wise 1999 – 1:37
Knock Knock – 2:10
Supply and Demand – 2:26

 

Album, concerti e Festival ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Le origini del Punk – Parte ...

Introduzione Se New York ha vissuto la genesi del punk (leggi l’articolo), sarà la città di Londra che rappresenterà la ...

Oggi “Mer De Noms” ...

Una fenice in grado di risorgere puntualmente dalle sue ceneri, di inglobare sonorità e tendenze apparentemente estranee al suo storico ...

Oggi “Wishville” dei ...

Ricordo come se fosse ieri l’uscita di “Wishville”, peraltro difficile dimenticare le devastanti critiche che si portò ...

Oggi “Demon Days” dei ...

Nella vita di un musicista può capitare di sentire l’esigenza di mettersi veramente in gioco, battendo nuove strade del tutto diverse ...