FUGAZI: LA TOP 10 BRANI

 
Tags: ,
4 Maggio 2020
 

I trent’anni dall’uscita di “Repeater” e i venticinque da quella di “Red Medicine”, il nuovo album dei Coriky (Ian MacKaye, Joe Lally, Amy Farina) sono un’ottima occasione per farsi un giro tra i brani dei Fugazi provando a compilare una lista tra le infinite possibili, in rigoroso ordine cronologico.

10 – TURN OFF YOUR GUNS

2014, da “First Demo”

Registrato nel 1988 ma pubblicato solo nel 2014 “First Demo” cattura i Fugazi con appena una decina di concerti alle spalle. Tanti brani che poi faranno storia e una versione inedita in studio di “Turn Off Your Guns”

9 – WAITING ROOM

1988, da “Fugazi EP”

Primo EP rappresentato a dovere da una furiosa versione dal vivo di “Waiting Room” al 9:30 Club, Washington DC

8 – MARGIN WALKER

1989, da “Margin Walker EP”

EP numero due, “Margin Walker” di nome e di fatto. Ancora dal vivo e d’annata.

7 – SHUT THE DOOR

1990, da “Repeater”

Le chitarre diventano due, Guy Picciotto e Ian MacKaye si alternano nella scrittura oltre che al microfono e proprio MacKaye regala una performance di grande intensità in “Shut The Door”

6 – RECLAMATION

1991, da “Steady Diet Of Nothing”

These are our demands: We want control of our bodies. Decisions will now be ours”. Il basso di Joe Lally si insinua tra le chitarre in una rivendicazione ancora attuale

5 – LAST CHANCE FOR A SLOW DANCE

1993, da “In On The Kill Taker”

Il terzo disco dei Fugazi avrebbe dovuto essere prodotto da Steve Albini ma i demo registrati a Chicago non convincevano fino in fondo, spingendo a nuove registrazioni. Grosso lavoro sulle canzoni ripagato dal risultato in brani come questo, scritto e interpretato da Picciotto

4 – BED FOR THE SCRAPING

1995, da “Red Medicine”

I Fugazi si sono evoluti col tempo, cambiando da un album all’altro. Mai avuto paura di osare, soprattutto in “Red Medicine” di cui “Bed For The Scraping” rappresenta il lato più aggressivo e furioso

3 – RECAP MODOTTI

1998, da “End Hits”

Probabilmente l’album più vario dei Fugazi, capace di unire brani al fulmicotone a momenti più posati (“Closed Captioned”, “Floating Boy”) e strumentali (“Arpeggiator”) con il dinamismo di “Recap Modotti” in cui brilla la coppia Lally Canty

2 – HELLO MORNING

2001, da “Furniture EP”

Durante le registrazioni di quello che sarebbe diventato “The Argument” i Fugazi recuperano e completano alcuni brani lasciati in sospeso fin dagli anni ottanta come questa sfrenata “Hello Morning”

1 – EPIC PROBLEM

2001, da “The Argument”

Il canto del cigno? Chissà. Limitiamoci a definirlo l’album di studio più recente dei Fugazi che ormai quasi venti anni fa regalava perle come questa, “The Kill” o la melodiosa “Strangelight”

BONUS TRACK – I’M SO TIRED

1999, da “Instrument”

Documentario, film artistico. Era tante cose “Instrument” ma soprattutto un viaggio nella mente dell’entità Fugazi in tutta la sua aggressiva vulnerabilità



Credit foto: Cynthia Connolly

 

Gli Scientists annunciano il primo ...

La storica band rock australiana The Scientists annuncia il primo disco in 34 anni. “Negativity”, in uscita l’11 giugno su ...

Si rivede Ellis che pubblica il suo ...

Ellis è tornata. La fanciulla canadese farà uscire il prossimo 25 giugno un nuovo EP intitolato “Nothing Is Sacred Anymore”. ...

Django Django live a Milano a ...

La band britannica sarà in Italia il 16 novembre 2021 ai Magazzini Generali di Milano per presentare dal vivo il nuovo album “Glowing ...

Altro micidiale singolo per i ...

Gli indie rockers UV-TV del Queens sono tornati con un nuovo tripudio guitar pop in stile anni ’90. “Back to Nowhere” ...

Cristina Dona’ rilascia una ...

Il brano “Settembre”, contenuto nel disco “La Quinta Stagione” (2007), di Cristina Donà sarà la sigla di “Anna”, ...