BEASTIE BOYS: LA TOP 10 BRANI

 
11 Maggio 2020
 

“Beastie Boys Story” (il documentario diretto da Spike Jonze uscito qualche settimana fa) ha riacceso l’interesse, in realtà mai sopito, per le avventure degli scavezzacolli del rap Michael “Mike D” Diamond, Adam “MCA” Yauch e Adam “Ad-Rock” Horovitz. Ottima occasione per ricordarli con una Top 10.

10 – EGG RAID ON MOJO

1982, da “Polly Wog”

I primissimi Beastie Boys, ancora con John Berry e Kate Schellenbach in formazione e in succinta versione punk hardcore. Introvabile per molto tempo, “Egg Raid” è stata inserita nella compilation “Some Old Bullshit” nel 1994

9 – BEASTIE GROOVE

1984, da “Rock Hard”

Rick Rubin ha prodotto questo EP ritirato in fretta dalla circolazione perché i Beastie Boys già pieni di groove avevano usato senza permesso un sample di “Back In Black” degli AC / DC nella title track.

8 – NO SLEEP TILL BROOKLYN

1986, da “Licensed to Ill”

Prima delle tante lettere d’amore a New York City, Kerry King degli Slayer alla chitarra. Si contendeva tempo e spazio con “(You Gotta) Fight For Your Right”, “Rhymin & Stealin” e “Paul Revere”.

7 – LOOKING DOWN THE BARREL OF A GUN

1989, da “Paul’s Boutique”

I Beastie Boys lasciavano la Def Jam e firmavano per la Capitol, diventando quelli che conosciamo ancora oggi. I The Dust Brothers creavano le basi per un album ricchissimo di influenze e pieno di sample ingegnosi tipo quelli di “Looking Down The Barrel Of A Gun”.

6 – THE MAESTRO

1992, da “Check You Head”

Un po’ dimenticato forse “Check Your Head”, fino a qualche settimana fa almeno. “The Maestro” ha improvvisamente acquistato nuova vita e notorietà quando è stata inclusa nella colonna sonora del documentario “The Last Dance”.

5 – SABOTAGE

1994, da “Ill Communication”

Spike Jonze regista di un video che ha fatto storia ispirato a “Hawaii Five-O”, “S.W.A.T.”, “Starsky e Hutch”. Quelli di “Ill Communication”erano Beastie Boys ancora più eclettici, ormai a loro agio con il passato e musicalmente onnivori

4 – INTERGALACTIC

1998, da “Hello Nasty”

Secondo Adam Horovitz “Hello Nasty” è il miglior album dei Beastie Boys. Il video di “Intergalactic” è diretto dallo “zio svizzero” di Adam Yauch , il famigerato Nathanial Hörnblowér.

3 – AN OPEN LETTER TO NYC

2004, da “To the 5 Boroughs”

“Brooklyn, Bronx, Queens and Staten From the Battery to the top of Manhattan Asian, Middle-Eastern and Latin Black, White, New York you make it happen”. Il tour newyorchese, da un album pieno di divertentissime gemme come “Oh Word?”, “Shazam!” e “Crawlspace”.

2 – FIBONACCI SEQUENCE

2007, da “The Mix – Up”

L’avevano già fatto spesso (“Sabrosa” ad esempio e la raccolta “The in Sound from Way Out” nel 1996) ma nel 2007 i Beastie Boys si sono superati e hanno pubblicato un album di inediti strumentali che ha vinto un Grammy, come “Hello Nasty”.

1 – SAY IT

2011, da “Hot Sauce Committee Part Two”

Il fatto che la parte prima sia stata registrata, annunciata ma poi lasciata da parte a causa della malattia di Adam Yauch nulla toglie a “Hot Sauce Committee Part Two”, a cui hanno collaborato Nas e Santigold. “Say It” era più nascosta ma sempre piena di groove …

Foto credit: Maddy Julien via Wikipedia [CC BY-SA 2.0]

 

ALBUM: The Persian Leaps – ...

Parlavamo poco tempo del disco dei Supercrush, così ricco di energia power-pop vecchio stampo. Fuori dal tempose vogliamo, capace di ...

Sky Of Birds – Matte Eyes / ...

Gli Sky Of Birds danno voce a trame sonore più crude, sofferte e nevrotiche, rispetto al recente passato. “Matte Eyes / Matte ...

“Forever Whatever” è stato una ...

Sbalzato di diritto sul podio dei miei album preferiti di questo assurdo 2020, i britannici October Drift ci omaggiano delle loro doti ...

ALBUM: Vanbasten – Canzoni ...

VANBASTEN è il nome d’arte di Carlo Alberto Moretti e “Canzoni Che Sarebbero Dovute Uscire Tot Anni Fa” (Flamingo Management) è ...

TRACK: Ida Nastri – Comfort ...

Interessante anche il singolo d’esordio di Ida Nastri, che oggi si presenta alla scena nazionale con “Comfort Zone”, ...