PERFUME GENIUS
Set My Heart On Fire Immediately

[ Matador Records - 2020 ]
9
 
Genere: Alternative pop
 
18 Maggio 2020
 

Quando si parla di cinema e  ci si consiglia un film da vedere mi capita spesso di nominare “A Ghost Story” di David Lowery, un piccolo capolavoro, girato come fosse stata utilizzata una vecchia videocamera, con lunghe inquadrature che congelano il momento e ti lasciano lì, partecipe e spiazzato, una fantastica fotografia fredda e distante, un commovente viaggio nel tempo e nello spazio da percorrere, insieme al fantasma nella vana ricerca del significato dell’esistenza umana attraverso le domande che ci si pone sull’amore, la vita e la morte.

Credo che quando mi ricapiterà di parlare di musica non potrò fare a meno di consigliare questo quinto lavoro di Mike Hadreas, capolavoro di un artista vero che, nonostante un già notevole passato, riesce a realizzare un opera che non è solo un insieme di grandi pezzi ma una costruzione orchestrale compressa e complessa dove la melodia si appoggia a completare.

L’album è tecnicamente perfetto, i notevoli arrangiamenti e la voce di Mike Hadreas danno un senso teatrale e a volte sperimentale, ci consegnano un lavoro moderno ma allo stesso già un classico, donandoci immedesimazione e la sospensione dell’incredulità tipica di ogni grande opera.

La realizzazione è avvenuta a Los Angeles, con la collaborazione del produttore Blake Mills e la partecipazione di Jim Keltner, Pino Palladino e Matt Chamberlin e del suo compagno Alan Wyffels che e’ anche coautore di qualche brano .

Si inizia benissimo con il brano di apertura “Whole Life”, un leggero cantato che lentamente si appoggia su un scrittura orchestrale nel quale Mike Hadreas descrive, con andamento crescente, il tempo passato, che pesa come una pietra sul proprio futuro, seguito da “Describe” con le chitarre distorte e lontane e un andamento da ballata dolorosa, presentata come singolo e da un video auto diretto.

“Without You” ci riserva una chitarra acustica e preziosi arrangiamenti, mentre la voce si sovrappone in crescendo, seguita da “Jason” impreziosita da un clavicembalo e dove si racconta un incontro sessuale occasionale e decisamente poco romantico,  “..Jason undressed me Lying on his sheets He did not do the same Even his boots were on..“, cantato con un voce delicata come fosse una ninna nanna, con una teatralità che dipinge l’innocenza, un pezzo bellissimo.

Tutto l’album è grandioso e i brani da ricordare sono molti, “On the Floor” è una hit potenziale con i sinth che si avvolgono su se stessi e la chitarra che sembra quasi scomparire, “Nothing at All” è un altro potenziale brano che può incontrare i favore di un’ ampia platea e che ha una costruzione raffinatissima e coraggiosa, la notevole “Some Dreams”,  sull’auto isolamento che spesso ogni artista pone in essere.

Questo è senza dubbio il suo album più ambizioso, nel quale la capacità compositiva di Mike Hadreas si fonde in modo perfetto con l’uso complesso di strumentazione varia, abilmente combinata dai suoi collaboratori, e nel quale Perfume Genius ne esce nuovamente rigenerato e più forte che mai.

E’ tra i lavori più interessanti e completi che mi sia capitato di ascoltare negli ultimi tempi, un album per il quale mi sento di poter affermare che avrà sicuramente un posto importante nella storia di quest’anno di musica e non solo.

Credit Foto: Camille Vivier

Tracklist
1. Whole Life
2. Describe
3. Without You
4. Jason
5. Leave
6. On the Floor
7. Your Body Changes Everything
8. Moonbend
9. Just a Touch
10. Nothing at All
11. One More Try
12. Some Dream
13. Borrowed Light
 
 

Dizzy – The Sun and Her ...

Un paio di anni fa avevo parlato, sempre sulle pagine di IFB, dell’esordio dei canadesi Dizzy. Il titolo dell’album mi era ...

The Psychedelic Furs – Made ...

Il nome degli Psychedelic Furs è indubbiamente legato agli anni ottanta, ma lungi dall’essere associati al filone più commerciale ...

Bush – The Kingdom

Diciamolo, certa stampa non è mai stata carina (per usare un eufemismo) con i Bush di Gavin Rossdale. Non era un fatto personale o una ...

The Rentals – Q36

Il progetto musicale The Rentals che porta la firma di Matt Sharp, bassista e co-fondatore dei Weezer, è giunto al quarto album a sei anni ...

Jessy Lanza – All The Time

Jessy Lanza ha l’animo della musicista globe trotter. Canadese di nascita, americana d’adozione, ha attirato l’attenzione di chi cerca ...