GUARDA IL TRAILER DI “PIECE OF SLEEP”, IL NUOVO DOCUMENTARIO SUI MANIC STREET PREACHERS CHE ANDRà IN ONDA IL 18 GIUGNO SU YOUTUBE

 
17 Giugno 2020
 

Per celebrare la recente ristampa del loro secondo album “Gold Against The Soul”, i Manic Street Preachers renderanno visbile un film concerto, realizzato all’epoca del loro tour del 1993 in Giappone. Il film sarà visibile alle ore 18 (ora italiana) del 18 giugno sulla pagina Youtube della band, ed è realizzato con il collaboratore di lunga data della band e regista vincitore del BAFTA, Kieran Evans, che ha anche diretto il loro acclamato “Be Pure, Be Vigilant Behave” per il loro tour dell’anniversario di “Holy Bible”.

Tutto è iniziato con Wire che mi ha regalato un sacchetto di plastica pieno di vecchi DVD e nastri VHS, con tutti i giri del loro tour giapponese nel 1993“, ha detto Evans a NME. “Ho trovato un sacco di filmati dal vivo. Era una vera e propria Manicmania. Ha ricordato l’energia senza esclusione di colpi dei primi tempi dei Manics“.

Mettendo insieme alcuni filmati mai visti prima dalle otto date della band, durante il loro tour del ’93, oltre a clip di backstage e interviste, il film è narrato in modo immaginario, nello stile di uno dei tanti fan davvero hardcore che hanno seguito la band durante il tour. Evans ha detto che tutto ciò si fa per creare un’intensità molto “DIY”.

Abbiamo scelto deliberatamente di utilizzare solo i filmati e il suono della videocamera. Se dovessimo esagerare, perderesti l’energia e il senso dell’ essere lì. Il filmato ti fa sentire davvero parte della folla.”

Parlando della band dice: “Puoi vedere che si stavano divertendo molto. Anche se non hanno venduto 16 milioni di copie di “Generation Terrorists” e non si sono divisi subito come avevano promesso, erano impegnati in una causa. Puoi vedere che adoravano essere una band. Nulla li tratteneva, specialmente sul palco. C’era assoluta vitalità in loro“. Evans ha anche ammesso che c’è stata “tristezza e responsabilità” derivante dalla gestione di filmati mai visti prima del chitarrista e paroliere Richey Edwards, scomparso nel 1995 e da allora dichiarato legalmente morto.

La tristezza viene ovviamente dal guardare Richey esibirsi e vederlo fuori dal palco dietro le quinte, sapendo cosa sai adesso“, ha detto Evans. “Ti ricorda il divario e il buco lasciato nella band, nonché il suo contributo. È stato davvero qualcosa di difficile da affrontare il vedere Richey per la prima volta da molto tempo. Mi ci è voluto un po’ per gestire il tutto, perché avevo a che fare con filmati di lui che non erano mai stati visti prima e mi sentivo come se avessi una grande responsabilità sulle mie spalle. Solo vederli ancora in quattro e vedere Richey sul lato sinistro, beh, è incredibile.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

I Low costretti ad annullare le ...

I Low annunciano, attraverso un comunicato sui loro canali social, di aver annullato le date del loro tour europeo estivo che si sarebbero ...

Guarda i Rage Against The Machine ...

Nonostante un infortunio al ginocchio per Zack De La Rocha al secondo concerto del loro reunion-tour americano, i concerti dei Rage Against ...

I Fleet Floxes e Blood Orange fanno ...

Nel corso del weekend a New York City Blood Orange e i Fleet Foxes hanno suonato la stessa canzone degli Strokes. Dev Haynes ha proposto ...

ALBUM: Tony Molina – In The ...

C’è un lavoro di ricerca alla base del nuovo album di Tony Molina. Il nostro infatti si è messo a spulciare nei suoi archivi, ...

I Coldplay ospitano Craig David sul ...

Nelle prime due delle sei tappe londinesi del loro tour “Music Of The Spheres”, i Coldplay hanno accolto Craig David sul loro ...

Recent Comments