EP: ZELMA STONE
Dreamland

 
12 Luglio 2020
 

Dietro al moniker di Zelma Stone si nasconde Chloe Zelma Studebaker, musicista di stanza a San Francisco che avevamo conosciuto lo scorso anno, quando aveva collaborato a un brano di “Calendar”, il terzo album degli italo-californiani Baseball Gregg: siamo curiosi di andare a scoprire il suo nuovo EP, pubblicato in maniera indipendente e registrato ai Tiny Telephone Studios insieme a Maryam Qudus (Tune-Yard, Sasami).

Scrivere questi cinque nuovi pezzi le è servito come terapia per eleborare le perdite e i dolori degli ultimi anni, spiega la Stone, e sicuramente in questi venti minuti la statunitense sa trasmettere i suoi sentimenti e le sue emozioni.

Splendida, per esempio, la title-track “Dreamland”, in cui Zelma si immagina il ritorno del fratello defunto: nonostante il tema così duro, la sua voce rimane speranzosa, morbida e luminosa e si bilancia perfettamente con il suono della sua chitarra, che crea ottime melodie.

Nella contemplativa e delicata “Body Talk” il corpo parla alla musicista di stanza a San Francisco, ricordandole l’importanza di prendersi cura di se stessi, mentre la conclusiva “We’re All Gonna Die”, seppur dolorosa, invita a dare sempre il massimo e ci ricorda da vicino i Daughter con quelle sue percussioni elettroniche e con la sua atmosfera cupa e dreamy: la voce di Zelma, supportata da synth e chitarre, però è rassicurante ed espressiva e ci regala momenti di grande intensità emotiva.

Il bedroom-pop dalle atmosfere sognanti della Stone ci convince sia per le sue sensazioni melodiche che per quella sua forza sentimentale: un viaggio doloroso, ma onesto e intenso.

 

Rufus Wainwright – Unfollow ...

Rufus Wainwright è tornato! E non si tratta solamente di un ritorno discografico, perchè con “Unfollow the Rules”, il ...

Ascolta “I’m ...

Dopo l’uscita di “Runner” il mese scorso, gli Hovvdy sono tornati con un nuovo brano, condividendo il nuovo singolo ...

Vinicio Capossela – Live @ ...

Tra le varie versioni inerenti le origini di Pan ve ne è una che lo vuole figlio di Penelope e di quegli uomini ostili e prepotenti che ...

Silverbacks – FAD

Bene, bene, la scena musicale di Dublino sta tirando dritto come un treno e questo nuovo debutto ci lascia ben sperare per le produzioni ...

Alain Johannes – Hum

Il nome di Alain Johannes non è certo sconosciuto agli appassionati della matrice più alternativa e avventurosa del rock. Produttore, ...