NO AGE
Goons Be Gone

[Drag City - 2020]
7.5
 
Genere: noise-rock,noise-pop
Tags: ,
 
31 Luglio 2020
 

I No Age hanno fatto ritorno qualche settimana fa con questo loro quinto LP – il loro secondo per la Drag City – che è arrivato a poco più di due anni di distanza dal precedente, “Snares Like A Haircut”.

Anche questo nuovo disco, così come i suoi quattro predecessori, è pieno di colpi di scena strani e inaspettati: dopo tutto il duo losangelino composto da Randy Randall e Dean Allen Spunt, nel corso dei quindici anni dalla sua formazione, non ha mai accettato le regole, disprezzando da sempre le convenzioni.

Si parte con “Sandalwood”, un rumoroso e melodico garage-punk che sembra uscire dalla NYC dei Velvet Underground, ma pieno di feedback; “Smoothie”, invece, non nasconde le sue influenze jazz e le sue atmosfere rilassate, sebbene il drumming di Spunt risulti comunque importante nell’economia del pezzo.

La sorpresa più grossa arriva a metà disco con “Toes In The Water”, un brano strumentale di oltre tre minuti: un suono noise avvolgente che prosegue in loop a cui si aggiungono muri di fuzz. Spiazzante e assolutamente imprevedibile.

Interessante anche il lavoro fatto su una canzone come “Puzzled”, dove l’aggiunta di effetti sui vocals ci trasporta verso territori dreamy, seppure dal sapore piuttosto particolare.

Feroce e intenso, “Agitating Moss” chiude il disco lasciando spazio alla melodia e risultando probabilmente la canzone più catchy di “Goons Be Gone”.

In poco più di mezz’ora i No Age hanno dimostrato come, nonostante siano solamente un duo, riescano comunque ogni volta a spingersi oltre ai loro confini, a inventare qualcosa di interessante e fresco e a realizzare album solidi e destinati a rimanere e a guadagnare il nostro rispetto.

Photo Credit: Aaron Farley

Tracklist
1. Sandalwood
2. Feeler
3. Smoothie
4. Working Stiff Takes A Break
5. War Dance
6. Toes In The Water
7. Turned To String
8. A Sigh Clicks
9. Puzzled
10. Head Sport Full Face
11. Agitating Moss
 
 

Fontaines D.C. – A ...

La vita è una montagna russa, la più veloce e la più lunga che esista. La felicità che proviamo tra la brezza amichevole che ci ...

See Maw – A Luci Spente

Non finirà su questi binari il variopinto scenario musicale italiano, scosso nel profondo dalla quarantena – sebbene con qualche ...

Pretenders – Hate For Sale

Il nuovo album dei Pretenders inizia … con un errore. Un’armonica che non prende la strada giusta nella title track dedicata ai The ...

The Chicks – Gaslighter

Sono sempre loro: Natalie Maines, Emily Strayer e Martie Maguire. Le (ormai ex Dixie) Chicks tornano col primo album di inediti dal 2006 ...

Kidsmoke – A Vision In The ...

E’ realmente un peccato che gemme indie-pop di tale valore corrano il rischio di passare inosservate. I Kidsmoke sono da parecchio sui ...