CUB SPORT
Like Nirvana

[Cub Sport Records – 2020]
7
 
Genere: Synth pop
 
5 Agosto 2020
 

Vengono da Brisbane (Australia) i Cub Sport, tre album alle spalle e una storia ancora più lunga: fondati nel 2010 da Tim Nelson prima col nome di Tim Nelson and the Cub Scouts poi semplicemente Cub Scouts, cambiato in Cub Sport dopo dispute legali. Nelson, Sam Netterfield, Zoe Davis e Dan Puusaari si sono fatti strada grazie a un pop emotivo e estroverso e un’immagine orgogliosamente queer (Nelson e Netterfield sono apertamente gay e coppia nella vita).

“Like Nirvana” è un discreto cambiamento di prospettiva, una virata decisa verso ritmi vicini al synth pop anni ottanta (come già suggeriva il singolo “Confessions”, impressione confermata da “I Feel Like I Am Changin’” e “Drive”) ma sarebbe fin troppo semplice definirlo un disco derivativo. La differenza la fa ancora una volta la scrittura di Nelson, indubbiamente sincera e capace di esprimere emozioni declinandole in ballate piano e voce (“My Dear (Can’t Tell You My Greatest Fears)”) o nell’onesta “Be Your Man” e in “Break Me Down” tra i brani più riusciti dei tredici insieme a “Grand Canyon”.

Non cercano l’originalità ad ogni costo i Cub Sport ma puntano sull’intensità, in una cavalcata di quarantatre minuti spesso riflessiva e abile nel raccontare la crescita umana e sentimentale di un giovane uomo che scopre e vive la propria omosessualità. Quando il ritmo si alza leggermente (in “Best Friend” ad esempio) rischiano di cadere preda di qualche cliché fermandosi però un attimo prima che accada. “Like Nirvana” non è al livello di “Bats” o “Cub Sport” uscito nel 2019 ma dimostra che il quartetto non ha perso smalto.

Credit foto: James Caswell

Tracklist
1. Intro
2. Confessions
3. My Dear (Can’t Tell You My Greatest Fears)
4. I Feel Like I Am Changin’
5. Drive
6. Be Your Man
7. Break Me Down (with Mallrat)
8. Nirvana
9. Saint
10. 18
11. Best Friend
12. Be Your Angel
13. Grand Canyon
 
 

IDLES – Ultra Mono

Con la feroce ordalia di “Brutalism” (2017) e il monolitico manifesto di “Joy As an Act of Resistance” (2018) gli ...

Everything Everything – ...

Riecco anche gli Everything Everything al loro quinto album in studio, a tre anni di distanza da “A Fever Dream” del 2017. Di ...

Mother’s Cake – ...

La storia dei Mother’s Cake inizia a fine 2008, quando i tre si incontrano per la prima volta per suonare insieme ad Arzl In Pitztal, una ...

Man of Moon – Dark Sea

Una delle più soddisfacenti scoperte di questo 2020 è sicuramente quella dei Man of Moon. Chris Bainbridge e Michael Reid, amici sin dai ...

Tobin Sprout – Empty Horses

Tobin Sprout non ha certo bisogno di presentazioni, essendo stato per tanti anni il chitarrista e uno dei maggiori songwriter nei Guided By ...