PJ HARVEY: LA TOP 10 BRANI

 
10 Agosto 2020
 

I prossimi dodici mesi porteranno in dote la ristampa integrale degli album di Polly Jean Harvey, ciascuno accompagnato da un secondo disco in cui verranno proposti i demo di ogni brano. Si comincia con l’esordio “Dry” disponibile dal 24 luglio e a giudicare dalla versione di “Sheela-Na-Gig” già ascoltabile ci sarà da divertirsi. Ottimo motivo per provare a ricostruire in dieci tappe la carriera musicale di un’artista sempre innovativa e fortunatamente incapace di accontentarsi.

10 – WALTZ

2019, da “All About Eve Soundtrack”

I titoli di testa li affidiamo a “Waltz” dalla colonna sonora dell’opera teatrale “All About Eve” curata proprio da PJ Harvey e uscita un anno fa. Palcoscenici diversi, stessa capacità di trasmettere emozioni.

9 – THE WHEEL

2016, da “The Hope Six Demolition Project”

Un album realizzato praticamente in presa diretta, nato davanti agli occhi degli spettatori come parte di una performance chiamata “Recording in Progress”. Un processo puntiglioso, metodico raccontato nel documentario “A Dog Called Money” che ha generato anche un libro di poesie. Incredibile pensare che tutto ha avuto origine da un viaggio intorno al mondo fatto insieme al fotografo Seamus Murphy.

8 – THE GLORIOUS LAND

2011, da “Let England Shake”

La guerra e i suoi mille significati popolavano note e parole di “Let England Shake”. Conflitti di ieri e di oggi, un denso fil rouge di armi e sangue che non sporcava né inibiva la lucidità dei testi di una PJ capace come sempre di raccontare storie.

7 – WHEN UNDER ETHER

2007, da “White Chalk”

Fino a poco tempo fa uno degli album meno apprezzati della Harvey, non certo rock ma viscerale e sibillino, giustamente scoperto o riscoperto da molti quando questo brano è atterrato come un alieno nella colonna sonora di “Peaky Blinders”

6 – SHAME

2004, da “Uh Huh Her”

Difficile scegliere qualcosa da “Uh Huh Her”, l’album in cui l’anima rock e quella poetica di PJ Harvey sono in equilibrio quasi perfetto. La spunta “Shame” solo per il ritornello: “Shame, shame, shame shame is the shadow of love

5 – THIS MESS WE’RE IN

2000, da “Stories from the City, Stories from the Sea”

Nuovo millennio, nuova PJ. Elettrica, vivace, capace di sorprendere con questa ballata umorale e decisamente ipnotica cantata insieme a Thom Yorke. “City sunset over me”.

4 – THE SKY LIT UP

1998, da “Is This Desire?”

L’album in cui il rock si fonde con l’elettronica in un matrimonio a volte inscindibile. Impressioni, sensazioni, sentimenti, quiete, nomi di donna e un minuto e cinquantatré secondi di rabbia distorta

3 – DOWN BY THE WATER

1995, da “To Bring You My Love”

Un vestito rosso, una storia inquietante e ben raccontata, un finale da brividi. Grandi classici da un album che non ha bisogno di presentazioni. “Little fish, big fish, swimming in the water. Come back here, man, gimme my daughter

2 – LEGS

1993, da “Rid Of Me”

Steve Albini registra e PJ Harvey si lascia andare in questo disco, secondo di nome e di fatto. “Legs” non è sicuramente il brano che molti ricordano ma la voce fa meraviglie in questi tre minuti e quaranta vissuti come non mai

1 – VICTORY

1992, da “Dry”

Siamo agli esordi, tra i produttori c’è anche Rob Ellis. Linea di basso incalzante, chitarra che taglia e vibra, un crescendo finale che non si dimentica.

BONUS TRACK – CIVIL WAR CORRESPONDENT

1996, da “Dance Hall at Louse Point”

Tra le prossime ristampe ci saranno anche i due dischi a firma PJ Harvey – John Parish, “Dance Hall at Louse Point” del 1996 e “A Woman a Man Walked By” del 2009. Li ricordiamo prima che cali il sipario, in attesa di scoprire ciò che sarà.

Credit foto: Maria Mochnacz

 

Ascolta i Purity Ring alle prese ...

Il duo electro-pop canadese dei Purity Ring ha rilasciato a sorpresa la sua interpretazione della hit dance degli anni ’90 ...

Jónsi insieme Robyn: ascolta il ...

Jónsi e Robyn si uniscono per una traccia collaborativa dal titolo “Salt Licorice”. Il brano, descritto nel comunicato stampa come ...

TRACK: Magazines – Happy ...

Dopo aver condiviso qualche singolo lo scorso anno, i Magazines hanno proseguito anche nel corso di questo 2020 con alcune nuove release. La ...

A dicembre il nuovo album dei Live ...

Dopo appena un anno dal loro quinto LP, “Saturday Night Massacre”, i Live Skull torneranno con un nuovo album, “Dangerous ...

Esce a fine gennaio il primo LP di ...

Dopo cinque anni e mezzo dall’uscita del suo primo lavoro sulla breve distanza, chiamato semplicemente “EP”, Anna B Savage ...