OGGI “THE CHARLATANS” DEI THE CHARLATANS COMPIE 25 ANNI

 
28 Agosto 2020
 

“Up to Our Hips” aveva raggiunto un discreto successo di pubblico, ma i Charltans non erano ancora arrivati a fare il botto. Nel 1995 però l’aria che si respira in UK è quella del britpop e i tempi sono maturi, anche per Tim Burgess e soci, per portare a casa il meritato successo. A fine 1994 un EP anticipa il quarto lavoro dei ragazzi del West Midlands e i riflettori si accendono in maniera intensa, forse come non mai, su di loro. I Charlatans sono pronti a (ri)dire la loro a voce alta, forti di una riconosciuta bravura, delle conoscenze giuste (e dei posti giusti frequentati) e di un frontman adorabile che, in periodo come quello degli anni ’90, in UK è davvero quello che serve.

Il disco omonimo esce a fine ogosto 1995, in quella che per molti è annata davvero memorabile. Il quarto album della formazione inglese andrà al primo posto in classifica UK dei dischi più venduti, trascinato da un paio di singoli micidiali come “Crashin’ In” e “Just When You’re Thinkin’ Things Over”.

Il sound del disco risente decisamente dello spirito chitarristico del momento. La tastiera, prima punto di forza, ora lavora più di accompagnamento ed è quasi paradossale che nel periodo di massimo splendore del britpop i Charlatans vadano in vetta alla chart con un lavoro che risente, invece, molto di influenze made in USA.

I Charlatans tra psichedelia, qualche rimando agli Stones e agli anni ’60 veleggiano sempre bene, cambiando mood e piglio con grande facilità. Per una “Just Lookin”, spigliata, semplice e condotta in porto dall’acustica su cui l’elettrica disegna ottime rifiniture, abbiamo una “Just When You’re Thinkin’ Things Over” ciondolante, ballabile e irresistibile. “Crashin’ In” è tutta basata su una chitarra sporca e l’organo che lavora molto sotto traccia. Il connubio ‘acustica (accenni elettrici) e piano’ si ritrova anche nella morbida “Tell Everyone”, ma le cose vanno bene anche quando sembrano saltare fuori i Charlatans di “un tempo”, vedi “Bullet Comes”, in cui l’organo ritorna a guidare il giro di giostra. “Toothache” ha una chitarra acidissima (e una parte centrale in cui l’organo prende le redini del pezzo in mano) che però non è sostenuta da una melodia molto incisiva, più forma che sostanza.

La parte finale dell’album è un po’ come l’inizio, non brutti pezzi, ma nemmno i colpi da 90 che ci ha regalato la parte centrale del lavoro: canzoni come “Feeling Holy” o “No Fiction” non entrano certo nella storia delle cose più belle o accattivanti del gruppo, idem le due strumentali poste come primo e ultimo brano.

Alla fine non abbiamo paura nel definire “The Charlatans” come ottimo custode di alcuni singoli veramente strepitosi della band e perfetto trampolino di lancio per quello che sarà il favoloso “Tellin’ Stories”, l’album per eccellenza dei Charlatans.

Pubblicazione: 28 agosto 1995
Durata: 52:05
Dischi: 1
Tracce: 12
Genere: Rock alternativo, Britpop
Etichetta: Beggars Banquet Record

Tracklist:

Nine Acre Court – 3:45
Feeling Holy – 5:16
Just Lookin’ – 3:49
Crashin’ In – 5:02
Bullet Comes – 5:25
Here Comes a Soul Saver – 3:23
Just When You’re Thinkin’ Things Over – 4:51
Tell Everyone – 3:32
Toothache – 5:16
No Fiction – 3:58
See It Through – 4:08
Thank You – 3:34

 

Oggi “Blizzard of Ozz” di Ozzy ...

Di Ozzy Osbourne si è scritto e detto tutto e il contrario di tutto nel corso di più di cinquant’anni di onoratissima carriera. Un ...

Oggi “NOLA” dei Down compie 25 ...

Il 19 settembre 1995 il mondo fu travolto per la prima volta dalla dirompente furia sludge metal dei Down, uno dei pochi supergruppi degni ...

Oggi “On” degli ...

Se vi capitasse di fare un giro sulla pagina Spotify degli Echobelly vedreste subito che i due brani più gettonati sono proprio estrapolati ...

Any Given Friday – Ogni ...

È di nuovo venerdì e seguendo la traiettoria del volo di un moscone – dal ronzio più emozionante di tante cose sentite ultimamente ...

Oggi “Heaven or Las ...

Da sempre nel mondo della musica ci sono artisti o gruppi destinati magari a non avere grandi riscontri commerciali, ma a finire citati per ...