ROYAL GREEN
Royal Green

[Royal Green – 2020]
7
 
Genere: Psych pop
 
7 Settembre 2020
 

Sorprese di fine estate: Bryan Devendorf, batterista dei The National, pubblica il suo primo disco solista. E’ proprio lui infatti a nascondersi dietro il nome Royal Green negli otto brani prodotti da Nate Martinez in cui compaiono anche l’immancabile Aaron Dessner alla chitarra e Josh Kaufman (Bonny Light Horseman) al basso. Trentacinque minuti, tre cover, quattro inediti rimasti nel cassetto a lungo visto che i primi demo risalgono a una ventina di anni fa.

I Beatles di “Baby You’re a Rich Man”, il Bob Dylan di “If Not For You” e i Fleetwood Mac di “Dreams” riletti in chiave lo – fi sperimentale a tendenza elettro – acustica fanno già capire in che direzione voglia spingersi un Devendorf che, descrivendo il disco, ha tirato in ballo Spacemen 3, Sparklehorse e Skygreen Leopards come fonti d’ispirazione. Si toglie anche la soddisfazione di recuperare “Halo Chagrin” dei The National, b – side inedita che nelle sue mani assume colorati toni psichedelici.

Riflessivi invece gli inediti, che sfiorano a volte il nonsense puro ma divertono con un mix di sincerità, sample, chitarra, spoken word, distorsioni, colpi di tosse, generica spontaneità come se veramente si trattasse di un musicista alle prime armi e non di un batterista che ha calcato palchi importanti. Bryan Devendorf l’anima alternativa e psych pop dei The National, chi l’avrebbe mai detto.

Credit Foto: musicisentropy, via Wikimedia Commons [CC BY-SA 2.0]

Tracklist
1. Frosty
2. If Not For You
3. Breaking The River
4. Baby You’re A Rich Man
5. What If You Are The Sick Passenger
6. Halo Chagrin
7. Hallucinations
8. Dreams
 
 

Ulver – Flowers Of Evil

Il viaggio degli Ulver nei meandri del synthpop prosegue con le otto tracce di “Flowers Of Evil”, un album cui spetta il non semplice ...

Marsicans – Ursa Major

L’estate è ormai finita, ma ogni occasione è buona per ricordare la musica uscita in questo periodo. Tormentoni a parte, sono state ...

Paul Epworth – Voyager

Paul Epworth, famoso produttore che ha fatto la fortuna di artisti molto diversi come Adele, Coldplay, Bloc Party, Florence + The Machine, ...

Fleet Foxes – Shore

Oggi non è un giorno a caso, ma l’equinozio d’autunno. Il 22 settembre, infatti, è stato volutamente e simbolicamente scelto da Robin ...

Matt Costa – Yellow Coat

La carriera di Matt Costa inizia nell’ormai lontano 2003 con il suo omonimo primo EP, pubblicato da Venerable Media: passano appena due ...