OGGI “ADRENALINE” DEI DEFTONES COMPIE 25 ANNI

 
3 Ottobre 2020
 

Compie oggi un quarto di secolo l’album che ci fece conoscere una delle band più importanti e apprezzate nell’avvincente storia dell’alternative metal: i Deftones. Con questi dieci brani (più una bonus track nascosta, “Fist”) prodotti da Terry Date i quattro ragazzi di Sacramento, all’epoca poco più che ventenni, riuscirono subito a mostrare al mondo quelle capacità e quelle intuizioni che, nel giro di appena un lustro, li avrebbero condotti ai fasti di “Around The Fur” e “White Pony”.

Un lavoro assolutamente fedele al suo titolo: i quarantasette minuti di “Adrenaline” rappresentano effettivamente una scarica di energia che tende a non calare mai di intensità, nonostante il sound poliedrico e pieno di contrasti.

La voce vibrante e ricca di pathos di Chino Moreno quasi entra in rotta di collisione con i riff taglienti del chitarrista Stephen Carpenter e una sezione ritmica rocciosa ma dal groove micidiale, formata dal compianto bassista Chi Cheng e dal batterista Abe Cunningham. Dall’unione di elementi discrepanti ma stranamente compatibili nacque una raccolta di canzoni che, nonostante qualche comprensibilissimo tratto acerbo, resta ancora il modello sul quale i Deftones hanno costruito le loro fortune.

Le asperità del metal e del post-hardcore; l’anima grezza del grunge; il fraseggio sincopato del rap; la volubilità dell’emo e, last but not least, la sensibilità melodica di quella new wave tanto amata da Moreno, da sempre fan di Simple Minds, New Order e persino Duran Duran. In questo memorabile esordio c’è tutto questo e molto altro ancora, condensato in alcune tra le migliori tracce mai realizzate dal quartetto californiano. Se vi interessa saperlo, le mie preferite sono “Bored”, “Nosebleed”, “7 Words” e “Fireal”; se non ve ne frega nulla tanto meglio, ascoltatevi tutto il disco dall’inizio alla fine e non ve ne pentirete.

Deftones – “Adrenaline”
Data di pubblicazione: 3 ottobre 1995
Tracce: 11
Lunghezza: 47:05
Etichetta: Maverick
Produttore: Terry Date

Tracklist:
1. Bored
2. Minus Blindfold
3. One Weak
4. Nosebleed
5. Lifter
6. Root
7. 7 Words
8. Birthmark
9. Engine No. 9
10. Fireal
11. Fist (Bonus Track)

 

Oggi “All That You ...

In genere, riferendosi a un album come “All That You Can’t Leave Behind” degli irlandesi U2 (che, pubblicato il 30 ottobre ...

Any Given Friday – Ogni ...

È di nuovo venerdì e seguendo la traiettoria del volo di un moscone – dal ronzio più emozionante di tante cose sentite ultimamente ...

Uscito per il Record Store Day, ...

di Stefano Bartolotta La leggenda di “The Dead Flowers Reject” inizia il giorno del decimo anniversario di “Six”. Quel giorno, Paul ...

Oggi “LP” dei Mambassa compie ...

Dieci anni fa i Mambassa pubblicavano l’album numero cinque (recensito qui) che si è un po’ perso tra faldoni e cartelle, pile di ...

Diamo un’occhiata a ...

E’ un piatto ricchissimo quello che i fan dei Menswe@r possono gustarsi con l’acquisto di questo cofanetto edito da Edsel. ...