THE BOYS IN THE BAND

 
 
di
19 Ottobre 2020
 

Nuovo adattamento (prodotto da Netflix, ma senza risentire troppo delle problematiche che di solito il caso porta con se) della celebre piece teatrale (e poi di Broadway) queer di Mart Crowley, “The Boys In The Band” è una messa in scena frizzante e dai dialoghi serratissimi, che può contare su un cast (che mescola volti famosi e meno famosi) davvero in stato di grazia.

Pur risentendo (come del resto molti altri adattamenti da teatro) della strettezza di un set quasi unico, la presenza di alcuni personaggi ipercinetici e i colori dei loro meravigliosi costumi dei tardi anni ’60 ne alleggeriscono l’effetto. In questo modo, anche una trama originale soltanto negli anni ’60 (e già portata sullo schermo nel 1970 da Friedkin) lascia seguirsi con interesse e partecipazione.

Grazie alle interpretazioni superbe dell’intero cast, scegliere chi preferire tra i nove variopinti personaggi, per chi di loro parteggiare nei verbosi duelli, nel dramma di quale di essi rispecchiarvi (drammi spesso più universali di quanto l’attivismo LGBT alla base della piece originale lasci prevedere) sarà davvero difficile.

Io personalmente sono pazzo del permanentato Harold e il suo cowboy di compleanno.

Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Anno: 2020
Durata: 122 min
Genere: drammatico
Regia: Joe Mantello
Soggetto: The Boys in the Band di Mart Crowley (1968)
Sceneggiatura: Mart Crowley
Produttore: Ryan Murphy, David Stone, Ned Martel
Casa di produzione: Ryan Murphy Productions
Distribuzione in italiano: Netflix
Fotografia: Bill Pope
Montaggio: Adriaan van Zyl

Interpreti e personaggi

Jim Parsons: Michael
Zachary Quinto: Harold
Matt Bomer: Donald
Andrew Rannells: Larry
Charlie Carver: Cowboy
Robin de Jesús: Emory
Brian Hutchison: Alan
Tuc Watkins: Hank
 

Behind Her Eyes

Avete presente quando si dice quella roba tipo che qualcosa è talmente brutta che fa il giro e diventa bella? E’ più o meno quello ...

Shtisel

Credo che in molti siano arrivati a questa serie israeliana come ci sono arrivato io. Ossia mediante i suggerimenti di Netflix dopo la ...

WandaVision

Anche io che dell’universo cinematografico Marvel non sono un detrattore (anzi), non mi aspettavo che Disney e Marvel Studios ...

Sky Rojo

Personaggi profondi come un culo di bottiglia, puntate brevi ma tutte uguali, sceneggiatura che pare scritta da un quattordicenne spagnolo ...

Your Honor

Una cura dimagrante di due o tre episodi avrebbe certamente giovato a questa serie, che pur partendo da ottimi spunti, certamente validi per ...