BOY PABLO
Wachito Rico

[777 Music - 2020]
7
 
Genere: indie-pop,bedroom-pop
 
13 Novembre 2020
 

Nicolás Pablo Rivera Muñoz, classe 1998, è il musicista che si nasconde dietro al moniker di Boy Pablo: il musicista norvegese, ma di chiare origini cilene ha pubblicato fino a oggi solo un paio di EP, “Roy Pablo” (2017) e “Soy Pablo” (2018), e arriva ora al suo esordio full-length, realizzato per la 777 Music, la label da lui stesso creata.

Il viaggio parte con una canzone d’amore, “I Hope She Loves Me Back”: deliziosi e scintillanti synth e preziose chitarre costruiscono fantastiche melodie indie-pop insieme a sensazioni malinconiche, che sembrano fare da ottima introduzione per il disco.

Nella successiva “Hey Girl” il norvegese, invece, crea atmosfere frizzanti che ci ricordano Mac DeMarco con la sua lentezza e le sue gradevoli sensazioni melodiche che sembrano volerci riportare negli anni ’80 come capiterà più volte nel corso di questo debutto.

La lunghissima “Te Vas / Don’t Go” (quasi sei minuti) per oltre tre minuti è invece basata solo sulla chitarra e sulla voce di Muñoz, percorrendo soavi e inaspettati territori folk, ma poi lascia spazio per influenze dream-pop con i vocals del norvegese che fluttuano morbidi sul tappeto sonoro disegnato con leggerezza da synth e sei corde.

“Mustache” viaggia spedito su terreni indie-pop ‘80s con la batteria a dettare il ritmo, ma senza mai voler esagerare, lasciando spazio a quei toni riflessivi a cui Boy Pablo ci ha abituato.

La title-track “Wachito Rico” che, come già accade in altri brani, fa uso dello spagnolo, ci sorprende con suoni che sembrano poter provenire proprio dalla sua terra d’origine, cioè il Sud America: alle ottime e divertenti percussioni, si aggiunge una voglia di estate e alcune sensazioni tropicali e diventa davvero difficile rimanere fermi.

Sebbene la creatività non sia il piatto forte di Boy Pablo, il ragazzo di Bergen riesce comunque a regalarci un esordio convincente, piacevole, melodico, fresco e spensierato: il suo indie-pop dai toni nostalgici, ma brillanti è sempre una gioia da ascoltare.

Tracklist
1. i hope she loves me back
2. hey girl
3. leave me alone!
4. honey
5. rest up
6. te vas // don’t go
7. aleluya
8. come home
9. mustache
10. vamos a la playa
11. wachito rico
12. nowadays
13. i <3 u
 
 

The Cribs – Night Network

Sono passati tre anni dal loro settimo album, “24-7 Rock Star Shit” e i Cribs sono tornati ora con il suo atteso successore, pubblicato ...

The Smashing Pumpkins – CYR

A mio modo di vedere, l’errore in cui il fan, ma anche il collega recensore, non deve assolutamente incorrere è quello di paragonare ...

The Bats – Foothills

I The Bats sono un pezzo di storia del rock neozelandese, alfieri di quello che è stato battezzato Dunedin Sound che negli anni ottanta se ...

Nero Kane – Tails Of Faith ...

La fede è speranza, la disperazione può condurci verso il baratro della follia; ci sono notti in cui il vento del deserto si diverte a ...

Sundara Karma – Kill Me EP

Se dei Sundara Karma conoscete solo “Flame” e vi aveva letteralmente scaldati posso dirvi che non ci sarà alcun “ritorno di ...