ODLA
Oltre Il Cielo Alberato

[Snowdonia - 2020]
6.5
 
Genere: cantautorato
Tags: ,
 
13 Novembre 2020
 

Cosa siamo? Per lo più atomi di carbonio ed idrogeno, ossigeno ed azoto, ma siamo anche fatti di cicatrici, di delusioni cocenti, di storie passate, di luoghi distanti di cui ignoravamo completamente l’esistenza, di pelle resa dura dalle nostre piccole, grandi esperienze.

Siamo dei marinai e la nostra nave è fatta di speranza, di testardaggine e di coraggio. Non siamo degli eroi, ma tentiamo, continuamente, di scoprire nuove terre da esplorare, nuovi cieli a cui affidare i nostri sogni, nuovi fuochi nei quali esorcizzare e bruciare i nostri fallimenti.

A volte la partenza è una fuga, a volte un bisogno, a volte un errore, a volte è l’unica possibile salvezza. “Oltre Il Cielo Alberato” tenta di cogliere ed interpretare la realtà delle nostre ragioni, ma allo stesso tempo cerca di evocare immagini e sensazioni che possano farci prendere coscienza di tutta la follia e la disumanità che, sempre più spesso, circondano le nostre esistenze. Guerre atroci, violenze gratuite, tragiche solitudini; tutto ciò fa sì che l’album sia pervaso da passaggi crudi e malinconici, ai quali, però, si contrappongono le atmosfere più melodiche ed ariose, quelle che ci spronano a continuare il nostro viaggio, a uscire dalle nostre prigioni, a trasformare i lamenti in un canto capace di innalzarsi fino alle nuvole.

Non sempre ciò riesce in modo efficace, vi sono fasi in cui il suono è troppo piatto ed indulgente e la nostra nave rischia di arenarsi in qualche secca sicuramente evitabile, se solo fossimo stati più dinamici e meno occupati a guardarci allo specchio.

Le parole non sono solo un utile contorno decorativo, anche se la verbosità eccessiva accentua il rischio di incappare nei bassi fondali; esse, comunque, riescono, nonostante non tutto sia sempre perfettamente fluido, ad arrivare al cuore, sia del singolo individio, che della collettività, superando il caos quotidiano, la sfiducia e l’apatia che dominano le nostre giornate ed innescando, grazie al loro tocco leggero ed alle sonorità più riflessive e cantautoriali, quel processo di ricostruzione e rinnovamento che può rinsaldare i legami che si spezzano, oltre che aiutarci a superare i traumi e le lacerazioni dei conflitti che hanno stravolto le nostre esistenze.

Tracklist
1. Una storia altrui
2. Il sogno di una madre
3. Al fuoco di luna
4. I pescatori di Lete
5. All'alba di una terra
6. Pane e catene
7. Amica ombra
8. Casa (è il luogo onde si parte)
9. Vorrei poter parlare con le città
10. Terra che senti
11. San Giuseppe da Copertino
 
 

The Cribs – Night Network

Sono passati tre anni dal loro settimo album, “24-7 Rock Star Shit” e i Cribs sono tornati ora con il suo atteso successore, pubblicato ...

The Smashing Pumpkins – CYR

A mio modo di vedere, l’errore in cui il fan, ma anche il collega recensore, non deve assolutamente incorrere è quello di paragonare ...

The Bats – Foothills

I The Bats sono un pezzo di storia del rock neozelandese, alfieri di quello che è stato battezzato Dunedin Sound che negli anni ottanta se ...

Nero Kane – Tails Of Faith ...

La fede è speranza, la disperazione può condurci verso il baratro della follia; ci sono notti in cui il vento del deserto si diverte a ...

Sundara Karma – Kill Me EP

Se dei Sundara Karma conoscete solo “Flame” e vi aveva letteralmente scaldati posso dirvi che non ci sarà alcun “ritorno di ...