SOUND OF METAL

 
Genere: drammatico
 
di
22 Dicembre 2020
 

Scritto dal regista Darius Marder insieme all’esperto di storie borderline Derek Cianfrance, “Sound Of Metal” racconta senza fronzoli o drammatismi, anzi con secchezza, la storia di un batterista noise rock in seguito alla repentina perdita dell’udito. Come in tutte le storie di ricostruzione o reinvenzione il percorso non è lineare o privo di intoppi; così Ruben, il protagonista farà scelte sbagliate causando talvolta anche ulteriori dolore e delusione. L’unico, efficace vezzo, di una messinscena altrimenti sobria e dura riguarda le scene che vengono fatte ascoltare allo spettatore come le può sentire Ruben. L’espediente non viene però abusato e anzi aiuta a costruire la profondità del dramma del batterista.

Già visto tra le altre cose nella serie “The Night Of”, dove non sfigura al fianco di John Turturro, Riz Ahmed è un protagonista credibile, cocciuto, per certi versi ingenuo, ma determinato e magnetico, che sfoggia tanto carisma quante magliette di band iconiche. Tra i comprimari segnalo un impassibile ma sofferto Paul Raci, nel ruolo del direttore del centro di recupero per sordi tossicodipendenti.

Lingua originale: inglese, lingua dei segni americana
Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Anno: 2019
Regia: Darius Marder
Soggetto: Darius Marder, Derek Cianfrance
Sceneggiatura: Darius Marder, Abraham Marder
Produttore: Bert Hamelinck, Sacha Ben Harroche, Kathy Benz, Bill Benz
Produttore esecutivo: Riz Ahmed, Michaël Sagol, Daniel Sbrega, Dickey Abedon, Derek Cianfrance, Kirt Gunn, Fredric King
Casa di produzione: Caviar, Flat 7
Distribuzione in italiano: Prime Video
Fotografia: Daniël Bouquet
Montaggio: Mikkel E.G. Nielsen
Musiche: Nicolas Becker, Abraham Marder
Scenografia: Jeremy Woodward
Costumi: Megan Stark Evans

Interpreti e personaggi

Riz Ahmed: Ruben Stone
Olivia Cooke: Louise "Lou" Berger
Paul Raci: Joe
Lauren Ridloff: Diane
Mathieu Amalric: Richard Berger

 

Cobra Kai – Season 3

Continuano le avventure, trenta anni, dopo di Daniel e Johnny e rispettive proli, finalmente in rotta di avvicinamento e non più di ...

Piccole Donne

Inizio questa piccola rassegna di pensieri su questo grazioso film con una confessione shock: non ho mai letto il libro della Alcott e non ...

Mi chiamo Francesco Totti

“Mi chiamo Francesco Totti” è un documentario bellissimo e particolare. A meno che non si abbiano particolari problemi di ...

Ad Astra

Di “Ad Astra” ne ho sentito parlare più male che bene. Dopo averlo visto proprio non capisco perché. James Gray ha un ...

Un Volto, Due Destini

Nella lunga tradizione di qualità di HBO si inserisce a buon diritto anche questa miniserie “Un volto, due destini”, inappropriato ...