MI CHIAMO FRANCESCO TOTTI

regia di Alex Infascelli, 2020
 
Genere: documentario, sportivo
 
di
2 Gennaio 2021
 

“Mi chiamo Francesco Totti” è un documentario bellissimo e particolare. A meno che non si abbiano particolari problemi di malafede o di antipatie ataviche dovute alla propria fede calcistica, è difficile non provare simpatia per l’uomo Totti: un eterno ragazzone, un pupone per l’appunto, semplice e spontaneo, talvolta anche buffo.
Questo il saggio Infascelli lo sa bene, così invece di costruire il personaggio Totti e ricostruire le tappe fondamentali della sua carriera attraverso interviste a colleghi e giornalisti, lascia che sia proprio il capitano della Roma, con la sua inconfondibile cadenza romanesca e sincera, a raccontarsi in un lungo rewind che parte dal giorno del suo addio al calcio.

La pecca di un approccio del genere è la mancanza di contraddittorio, che però pesa soltanto nelle, invero poche, pagine controverse della storia del campione – la seconda esperienza con Spalletti come allenatore della Roma su tutte, che viene fatto passare praticamente per un folle, un irragionevole, se non proprio per un uomo capriccioso e in cattiva fede.
Per il resto la storia scorre piacevole e, spesso, emozionante. Specie per chi ha potuto vivere in tempo reale le vicende di uno dei calciatori più forti della sua generazione e una delle bandiere più legate di sempre alla sua città e alla sua squadra.
Perché, piaccia o no, tutti vorremmo un Totti nella propria squadra del cuore.

Paese di produzione: Italia
Anno: 2020
Durata: 101 min
Genere: documentario
Regia: Alex Infascelli
Soggetto: Francesco Totti
Casa di produzione: The Apartment, Wildside, Capri Entertainment, Fremantle, Rai Cinema in collaborazione con Sky Cinema e Amazon Prime Video
Distribuzione in italiano: Vision Distribution

Interpreti e personaggi

Francesco Totti: sè stesso

Mi chiamo Francesco Totti è un documentario italiano del 2020, diretto da Alex Infascelli.
 

Cobra Kai – Season 3

Continuano le avventure, trenta anni, dopo di Daniel e Johnny e rispettive proli, finalmente in rotta di avvicinamento e non più di ...

Piccole Donne

Inizio questa piccola rassegna di pensieri su questo grazioso film con una confessione shock: non ho mai letto il libro della Alcott e non ...

Ad Astra

Di “Ad Astra” ne ho sentito parlare più male che bene. Dopo averlo visto proprio non capisco perché. James Gray ha un ...

Un Volto, Due Destini

Nella lunga tradizione di qualità di HBO si inserisce a buon diritto anche questa miniserie “Un volto, due destini”, inappropriato ...

Tenet

Tra una cosa e l’altra (pandemia, lavoro, bebè) sono finito col vedere “Tenet” soltanto adesso, in DVD. Dato il buzz che ...