PICCOLE DONNE

Regia di Greta Gerwig, 2019
 
Genere: sentimentale, drammatico, storico
 
di
4 Gennaio 2021
 

Inizio questa piccola rassegna di pensieri su questo grazioso film con una confessione shock: non ho mai letto il libro della Alcott e non ho mai visto nessun altro dei suoi adattamenti cinematografici.
Non posso quindi produrmi nell’esercizio praticato da pressappoco tutti i recensori delle numerose recensioni a riguardo che ho letto, ossia pesare quanto il film della Gerwig sia fedele nei confronti del romanzo o quanto sia più femminista della versione di non so chi e non so quando.

Dal mio punto di vista, diciamo così vergine, il film è sembrato molto riuscito. Certamente i costumi d’epoca e la ricostruzione storica sono molto buoni, così come la storia (con la quale, leggo, la regista ha giocherellato non poco in sede di sceneggiatura), così classica che ti sembra di conoscerla anche se (come nel mio caso) non la conosci, ma quello che fa davvero fare il salto di qualità al film sono il calore delle interpretazioni, davvero tenere e vibranti delle 4 sorelline, e l’energia, l’entusiasmo e le giovani passioni che la Gerwig è riuscita a intrappolare in gran parte delle sequenze del film.

Titolo originale: Little Women
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Anno: 2019
Durata: 134 min
Soggetto: Louisa May Alcott (romanzo)
Sceneggiatura: Greta Gerwig
Produttore: Amy Pascal, Denise Di Novi, Robin Swicord
Produttore esecutivo: Adam Merims, Evelyn O'Neill, Rachel O'Connor, Arnon Milchan
Casa di produzione: Pascal Pictures
Distribuzione in italiano: Warner Bros. Italia
Fotografia: Yorick Le Saux
Montaggio: Nick Houy
Musiche: Alexandre Desplat
Scenografia: Jess Gonchor
Costumi: Jacqueline Durran

Interpreti e personaggi

Saoirse Ronan: Josephine "Jo" March
Emma Watson: Margaret "Meg" March
Florence Pugh: Amy March
Eliza Scanlen: Elizabeth "Beth" March
Laura Dern: Marmee March
Timothée Chalamet: Theodore "Laurie" Laurence
Meryl Streep: zia March
 

Cobra Kai – Season 3

Continuano le avventure, trenta anni, dopo di Daniel e Johnny e rispettive proli, finalmente in rotta di avvicinamento e non più di ...

Mi chiamo Francesco Totti

“Mi chiamo Francesco Totti” è un documentario bellissimo e particolare. A meno che non si abbiano particolari problemi di ...

Ad Astra

Di “Ad Astra” ne ho sentito parlare più male che bene. Dopo averlo visto proprio non capisco perché. James Gray ha un ...

Un Volto, Due Destini

Nella lunga tradizione di qualità di HBO si inserisce a buon diritto anche questa miniserie “Un volto, due destini”, inappropriato ...

Tenet

Tra una cosa e l’altra (pandemia, lavoro, bebè) sono finito col vedere “Tenet” soltanto adesso, in DVD. Dato il buzz che ...