SAMUEL – BRIGATA BIANCA

[Golfo Mistico - 2021]
7
 
Genere: Pop-Elettronico
Tags: ,
 
10 Febbraio 2021
 

“Brigata Bianca” è il nuovo disco di Samuel, che veste per la seconda volta i panni da solista lontano dal gruppo dei Subsonica, di cui è frontman dal 1996. L’album è uscito il 22 gennaio ed è stato presentato alla stampa con una conferenza live online, come prevede il funesto periodo pandemico del Covid.

Il disco è pieno di collaborazioni, differenti influenze, ricordi e suoni di un passato, in realtà, sempre più presente. Samuel non si allontana troppo dal suo naturale stile, rimane in una comfort zone arredata da prestigiose collaborazioni. Un disco a cui non ci si può concedere per poco tempo, riascoltarlo è necessario per sentire e capire meglio i pensieri e i luoghi che lo ospitano.

L’album è nato in pieno lockdown e si è poi concretizzato nei mesi a seguire; Samuel lo definisce una sua “evoluzione” per via degli ospiti e delle sonorità che ne hanno preso parte. Ognuno ha portato il proprio stile, un diverso modo di lavorare ma anche creatività e passione, ed è questo che ha reso il disco tale, ovvero un vero e proprio lavoro collettivo (la brigata citata nel titolo), già acclamato dal pubblico e i fedeli fan.

“Gira la testa” è il brano che apre il lavoro e lo fa in pieno stile ritmato, il desiderio di scappare da una realtà opprimente, che è anche il tema centrale del pezzo. “Giochi pericolosi” è la prima featuring che appare ed è un pezzo romantico cantato insieme a Willie Peyote. “Cocoricò” scritto e interpretato con Colapesce racconta di una folle serata trascorsa con i Bluvertigo.

La traccia più cantautoriale è sicuramente quella interpretata insieme a Fulminacci dal titolo “Felicità”: “La felicità a volte arriva, a volte se ne va’. A volte è un rischio, a volte una paternità”.

La festa delle collaborazioni si chiude con “Palermo” e Johnny Marsiglia, a metà tra una dichiarazione d’amore alla città e un’implorazione a Santa Rosalia.

“Brigata Bianca” è un album ricco di atmosfere diverse, sembra un porto di mare (Palermo) nel quale sono approdate civiltà e culture diverse, ma per altri aspetti ricorda i popoli più lontani e nordici (Torino) dalle tradizioni radicate: nella realtà rappresenta il viaggio di un artista nel proprio mondo musicale. Samuel rappresenta, in questo disco, sé stesso e tutto quello che ha costruito nella sua carriera.

Non vediamo l’ora di ascoltarlo dal vivo!

Foto: Davide “DeFuntis” De Martis

Tracklist
1. Gira La Testa
2. Giochi Pericolosi Feat. Willie Peyote
3. Se Rimani Qui
4. Tra Un Anno
5. Cocoricò Feat. Colapesce
6. Bum Bum Bum Bum Feat. Ensi
7. Nemmeno La Luce
8. Io e Te
9. Felicità Feat. Fulminacci
10. Quella Sera
11. Dimenticheremo Tutto
12. Vorrei
13. Palermo Feat. Johnny Marsiglia
14. Veramente
15. Chi Da Domani Ti Avrà
 
 

Clap Your Hands Say Yeah – ...

I Clap Your Hands Say Yeah li conosciamo sin dal loro primo omonimo album, uscito nell’ormai lontano 2005: nel frattempo la band di ...

Tv Priest – Uppers

Nel corso dell’ultimi due anni ci sono stati costanti esordi e affermazioni di nuove band che si ispirano al post punk, spesso baciate ...

Joan Thiele – Atto I – ...

A distanza di un anno dal debutto in lingua italiana, Joan Thiele è tornata. Per chi legge il suo nome per la prima volta, ecco un ...

The Telescopes – Songs Of ...

Difficile immaginare i The Telescopes senza la dimensione live, quei sudati concerti che da fine anni ottanta hanno trasformato la band di ...

LNZNDRF – II

Quando qualche anno fa si è sparsa la notizia che Ben Lanz dei Beirut e i fratelli Devendorf dei The National avevano registrato un album ...