THE EARTHMEN
Periscope

[ Sound As Ever - 2021 ]
7
 
Genere: Indie Pop-Rock
Tags:
 
12 Febbraio 2021
 

Registrato nel 1995, doveva essere l’album di debutto degli Earthmen. Ha trovato invece l’opportunità di presentarsi al mondo  con 25 anni di ritardo affinché la discografia della band di Melbourne potesse finalmente avere una sequenza logica e, cosa più importante,  una sorta di giustizia.

Il titolo trae spunto dagli Periscope Studios dove l’album fu registrato e prodotto da Wayne Connolly, studio in cui la band trovò ispirazione e la giusta miscela di stimoli per crescere professionalmente.

Sebbene molti dei brani trovarono poi spazio nelle pubblicazioni a seguire, questi pezzi vengono qui presentati nella loro prima forma: le versioni successive che possiamo ascoltare in varie pubblicazioni posteriori vennero registrate e prodotte di nuovo dopo il passaggio della band alla Warner’s East West Records (questo spiega il perché l’album è rimasto parcheggiato per 25 anni). Anche se dalle nostra parti la band di Melbourne non è molto conosciuta, nella loro terra ebbero un più che discreto successo, soprattutto con l’album “Love Walked In” del 1997.

Nick Batterham and Scott Stevens sono i due principali protagonisti di questo album e di una band che ha avuto vari musicisti alternarsi fino allo scioglimento, avvenuto nel 1999.

Le dodici canzoni dell’album si susseguono contraddistinte dalla costante ricerca melodica che si esalta il “Legroom” con i fiati a colorare le trame oppure con “Scene Stealer” dove gli  Housemartins incontrano i  Gene. Coinvolgente l’arpeggio di chitarra della finale “This Much I Know”.
Un album ben strutturato con le chitarre in primo piano e la voce di Stevens  mielosa e a tratti  languida. Nel complesso l’album se la cava piuttosto bene e non deluderà di certo i fan, sicuramente soddisfatti per questo dono inaspettato.

Credit Foto: Kara-Lynne Cummings

Tracklist
1. Hug Me Tighter
2. Whoever's Been Using This Bed
3. Coloured In
4. Scene Stealer
5. Arms Reach
6. Weigh Me Down
7. Call My Name
8. Legroom
9. College Heart
10. Firestarter
11. First Single
12. This Much I Know
 
 

Paul Leary – Born Stupid

Per non lasciarci travolgere dalla tristezza in questi tempi maledetti abbiamo bisogno di musica folle, assurda e soprattutto divertente. E ...

Dieci – Vitamine

Esordio in solitaria per Roberto Grosso Sategna in arte Dieci, membro dal 2011 di quei Drink To Me che capeggiati da Marco Jacopo Bianchi ...

Venerus – Magica Musica

Nonostante “Magica Musica” sia l’effettivo debut album di Venerus, il nome di questo polistrumentista milanese non è ...

Le Zampe di Zoe – Casa

Cinque brani, cinque atti per raccontare la realtà, talvolta cruda, ingiusta, ma con un profondo romanticismo da rendere “Casa” de Le ...

Nick Cave & Warren Ellis ...

La notizia del nuovo album di Nick Cave è arrivata qualche mese fa tra le righe dei suoi “Red Hand Files”, umanissima newsletter in cui ...