WEEKLY RADAR #75: PASTEL COAST

 
10 Maggio 2021
 

Attiviamo il radar e scandagliamo in profondità un universo musicale sommerso. Vi racconteremo una band o un artista ‘nascosto’ che secondo noi merita il vostro ascolto. Noi mettiamo gli strumenti, voi orecchie e voglia di scoperta, che l’esplorazione abbia inizio (e mai una fine)…

Andiamo nella vicina Francia per conoscere meglio i deliziosi Pastel Coast.
La band inizia a farsi vedere nel 2015 con un primo EP digitale “Childhood”. Ma è con il secondo EP (ottobre 2016) “Sense” che le cose iniziano a prendere una piega più corposa. “Vague Noire” è il terzo EP in francese. L’andamento degli EP richiama sia il jangle-pop, quanto gli anni ’80 più malinconici, seppur sempre ballabili e movimentati con un inconfondibile surf-pop.

Nel maggio 2019 i nostri francesi mettevano sul piatto della bilancia la doppietta “Vacation / Home”, che poi ritroveremo anche nell’esordio “Hovercraft” uscito nel novembre dello stesso anno. I ragazzi di Boulogne-sur-mer, guidati da Quentin Isidore portano avanti la loro idea di surf-pop “à la française”, che si muove tra i The Drums, i Cure e i Real Estate in versione primaverile. Il risultato è un disco molto piacevole, solare e accattivante, che lavora benissimo su chitarre melodiche e piccoli inserti di synth.

Dopo l’esordio la band si prende il suo tempo e nel settembre del 2020 ecco che i francesi piazzano il gioiellino super-pop “Rendezvous”, in cui l’indole da “spiaggia” incontra i Belle & Sebastian in una canzone irresistibile, con le chitarre twee e il ritmo pimpante incontrano synth zuccherosi.

Nel dicembre 2020 ecco “Dial” in cui il tocco francese di una band come i Phoenix più sbarazzini sembra farsi strada, ma l’impianto già conosciuto della band non scompare affatto. Il brano è accattivante e entra subito in circolo fin dal primo ascolto.

L’ultimo singolo è forse la carta più bella, avvincente e melodica della band che con “Sunset” coglie perfettamente nel centro. Ancora una volta profumi Phoenix emergono deliziosi, con questi synth che giocano con le chitarre sbarazzine. Tra jangle-pop e anni ’80 tutto fila in una modo magnifico. Il nuovo album si sta avvicinando e le firme con le etichette Shelflife Records e Groover Obsessions sono la ciliegina sulla torta!

Listen & Follow
Pastel Coast: Facebook

Photo credit : © Laurie Bisceglia

 

“Ocean to Ocean” ...

Tori Amos ha annunciato il suo nuovo disco: il successore di “Native Invader”, pubblicato nel 2017, si intitola “Ocena To ...

“Dune” domina il ...

Weekend da assoluto dominatore in Italia per uno dei film più attesi dell’anno. “Dune”, nuova opera di Denis Villeneuve ...

I Pearl Jam suonano i brani di ...

Sabato sera i Pearl Jam si sono esibiti al festival Sea.Hear.Now Festival, ad Asbury Park, New Jersey, per quello che è stato il primo ...

Nick Cave raccontera’ in un ...

Uscirà il prossimo anno un nuovo libro autobiografico di Nick Cave. “Faith, Hope and Carnage” racconterà la vita ...

Brian Wilson ripropone classici dei ...

Il nuovo disco di Brian Wilson sarà una riproposizione al piano dei grandi classici del suo repertorio. In uscita il prossimo 19 novembre ...