“SONO MOLTO CONTENTA DI QUESTO NUOVO CAPITOLO DELLA MIA MUSICA”. MOLLY BURCH CI RACCONTA IL SUO TERZO ALBUM

 
5 Agosto 2021
 

Molly Burch ha già pubblicato due album, “Please Be Mine” (2017) e “First Flower” (2018), ma pochi giorni fa la musicista indie-pop californiana di stanza in Texas ha realizzato, via Captured Tracks, un altro LP, “Romantic Images”. Registrato insieme ai Tennis e prodotto da Pat Riley (metà del duo del Colorado), il disco segna nuove sonorità più pop e dancey rispetto al passato con alcuni riferimenti agli anni ’80. Noi di Indieforbunnies abbiamo approfittato di questa nuova release e lo scorso giugno l’abbiamo contattata via Zoom per farci raccontare qualche dettaglio sul disco e non solo. Ecco cosa ci ha detto:

Ciao Molly, come stai? Come sta andando la situazione con il Coronavirus in Texas e più in generale negli Stati Uniti?
E’ stato folle, Non sono come siano andate le cose da voi, ma qui abbiamo avuto davvero un anno brutto e molto intenso. Ora sono molto più ottimista dopo essere stata vaccinata e i concerti torneranno in autunno. Ora sono più ottimista, ma il 2020 è stato davvero terribile, specialmente quando avevamo Trump come presidente. E’ stato qualcosa di molto negativo. (ridiamo)

Sì, sono assolutamente d’accordo con te. Sono molto contento che finalmente se ne sia andato.
Sì, anch’io. (ridiamo)

Per prima cosa volevo chiederti se puoi fare una breve introduzione di te stessa per quei nostri lettori che magari ancora non ti conoscono.
Sono una cantautrice e vivo ad Austin in Texas. Faccio musica indie-pop e vorrei venire in tour in Italia. (ridiamo)

Ne sono molto onorato. Grazie mille. Poco fa parlavamo del 2020: ti posso chiedere quali erano i tuoi programmi originali per lo scorso anno?
I miei piani originali prevedevano di andare in tour un po’ più a lungo e poi di registrare il mio nuovo album. Quello sono riuscita a farlo. Ho speso il mio tempo soprattutto nelle registrazioni, ma mi è davvero mancato tanto andare in tour.

In autunno sarai in tour con i Tennis: quali sono le tue aspettative? Sei felice di tornare in tour, vedere persone, viaggiare e ovviamente di cantare le tue canzoni alla gente?
Sono potuta andare in tour con i Tennis nel febbraio del 2020 ed è così che li ho conosciuti. Sarà il tour a supporto della mia nuova uscita, ci sarà una set-up differente. Non vedo l’ora, mi manca tantissimo andare in tour e viaggiare, mi manca vedere come le persone reagiscono alla mia musica. Sono finalmente pronta per tornare.

Hai appena citato i Tennis, che hanno prodotto il tuo album. E’ stata la prima volta che hai utilizzato un produttore esterno: che esperienza è stata per te? Ci puoi raccontare qualcosa di più sulla tua collaborazione con Alaina e Pat?
E’ stato fantastico. Per questo album ho portato a loro i miei demo e loro hanno aggiunto davvero tanto e hanno anche suonato sul disco. E’ stata davvero una bella esperienza poter registrare insieme a loro. Lavorare con un’altra donna e cantante è stata un’esperienza molto bella e intima.

Il tuo suono ora è addirittura più poppy rispetto al passato. Ci sono influenze dancey e anche dream-pop, synth-pop e contiene sensazioni molto ’80s. Nella press-release viene citata come influenza anche Madonna.
Le influenze anni ’80 e anche anni ’90 sono nate soprattutto all’interno dello studio. I miei demo avevano influenze più ’70s, quindi credo che siano venute fuori in studio.

Il tuo terzo LP, “Romantic Imagine”, uscirà tra poche settimane: sei contenta di poterlo finalmente pubblicare? Quali sono le tue aspettative? Da dove proviene qesto titolo? Inoltre ci puoi spiegare quali sono queste immagini romantiche?
Per me è un album estivo, quindi sono molto contenta che esca in luglio e che verrà seguito da un tour. Credo che molte delle mie canzoni abbiano un sentimento romantico, penso che dipingano una buona immagine di quello di cui parla l’album, cioè l’amore e la scoperta di te stessa.

Ho letto che hai detto che volevi essere più positiva che nei due tuoi album precedenti: è vero?
Sì, volevo che fosse leggero e divertente. Volevo che le persone potessero ballare. Specialmente dopo il periodo che abbiamo passato con la pandemia volevo creare qualcosa che fosse felice e divertente.

Per “Emotion”, il tuo primo singolo da nuovo album, uscito proprio il primo gennaio di quest’anno, hai lavorato insieme a Jack Tatum (ovvero Wild Nothing): posso chiederti di questa vostra collaborazione? Come è nata? Che cosa ha aggiunto al tuo suono?
E’ stato molto bello poter lavorare con lui. Ha aggiunto davvero tanto. Avevo praticamente scritto il mio nuovo album “Romantic Images” e sapevo di volere una produzione pop. Volevo che questa canzone fosse pop e lui mi ha aiutato ad andare in questa direzione. Era la prima volta che scrivevo insieme a un’altra persona ed ero abbastanza nervosa. L’avevo già incontrato perché é un mio compagno di etichetta (la Captured Tracks). Avevamo iniziato a scrivere la canzone di persona prima che io andassi in tour con i Tennis e poi l’abbiamo finita durante la quarantena. E’ stata un’esperienza divertente.

Abbiamo citato la tua label, la Captured Tracks: cosa ne pensi di loro? Come ti trovi a lavorare insieme a loro? Il loro roster è veramente fantastico secondo me.
Mi piace molto lavorare con loro e ho pubblicato tutti i miei dischi per la Captured Tracks. Anche a me piace molto il loro roster e sono persone fantastiche con cui lavorare.

Posso chiederti quali sono state le tue principali influenze musicali per questo nuovo disco?
Direi che Dua Lipa sia stata un’importante influenza a livello sonoro. Ovviamente un’altra influenza sono stati i Tennis. Poi anche Doja Cat, Mariah Carey.

Parlando invece dei tuoi testi, hai detto che hai fatto molte riflessioni sulla crescita, mentre stavi scrivendo i testi del tuo nuovo album: quanto è cambiato il tuo songwriting questa volta?
Le cose sono un po’ cambiate. Ho scritto i miei primi due album solo alla chitarra, mentre questo con le tastiere e mi sono trovata molto bene con questo cambio di suono. Quando ho iniziato a scrivere il mio primo album avevo 23 o 24 anni e ora ne ho 30 e ho imparato tante cose lungo la strada, sia sotto il punto di vista della scrittura che della registrazione. E’ cambiato molto negli ultimi cinque anni. Sono molto contenta di questo nuovo capitolo della mia musica.

Per questo nuovo album hai lavorato con un maggior numero di collaboratrici femminili rispetto al passato: questa cosa quanto ha cambiato il tuo lavoro?
Quando ho iniziato questo mondo era soprattutto dominato da uomini, ora volevo cambiare questa cosa. Ho lavorato con parecchie donne per questo nuovo album ed è stato molto bello.

Nel 2019 hai realizzato un album natalizio: da dove è venuta questa idea? E’ stata una cosa che ti ha resa felice?
L’idea era quella di realizzare un progetto divertente tra il secondo e il terzo album. Mi piaceva questa idea di pubblicare un album di Natale. E’ stato divertente. Mi piace molto la musica natalizia. E’ stato bello andare in studio e registrare queste canzoni.

Hai qualche nuova band o musicista interessante da suggerire ai nostri lettori?
C’è un mio compagno di etichetta, JayWood, che mi piace parecchio. Poi ti consiglio il nuovo album di Japanese Breakfast, che è molto bello. Inoltre amo molto la musica di Billie Eilish.

Un’ultima domanda: per favore puoi scegliere una delle tue canzoni, vecchia o nuova, da usare come soundtrack di questa nostra intervista?
Direi “Heart Of Gold” dal nuovo disco.

Grazie mille, Molly.

Grazie a te. Spero di poter venire presto a suonare in Italia.

Sai se ci siano già programmi per un prossimo tour in Europa?
Credo che i miei agenti europei stiano lavorando per organizzare un tour per la primavera e l’estate del 2022. Non ho mai suonato in Italia in passato, ma è un mio sogno. Ci sono stata solo in vacanza, ma mi piacerebbe davvero tanto tornare anche per suonarci.

Photo Credit: Jackie Lee Young

 

“Il mio modo di scrivere ...

Ruby Fields è una musicista di Sydney: attiva sin dal 2017, la giovane australiana ha finora pubblicato una manciata di singoli e un EP, ...

“Molti fan pensano che questo ...

Giunti al loro quarto album, i britannici Desperate Journalist di stanza a Londra – formati dal chitarrista Rob Hardy, dal bassista ...

Dalla Germania la carica indie-pop ...

Ci siamo innamorati dei loro brani dall’uscita del primo singolo nel 2015. I Giant Rooks sono in assoluto uno dei gruppi musicali più ...

“E’ stato un privilegio ...

Lo scorso maggio, via Howl Records, i Mighty Oaks hanno pubblicato il loro quarto album, “Mexico”, che è arrivato dopo poco più di un ...

“Everything Picture”, ...

Di Riccardo Cavrioli e Riccardo Oliboni Il 19 aprile 1999 la Nude Records pubblicava la mastodontica opera degli Ultrasound, che esordivano ...