DAMON & NAOMI
A Sky Record

[20/20/20 - 2021]
8
 
Genere: Dream pop, folk
 
20 Agosto 2021
 

Il mondo di Naomi Yang e Damon Krukowski, due terzi dei Galaxie 500, si arricchisce di un nuovo capitolo dopo quell’esordio in coppia nel lontano 1992 con le “psychedelic break – up songs” di “More Sad Hits” concepite ad appena un anno di distanza dalla rottura con Dean Wareham e dall’inevitabile fine di una band che definire seminale o di culto sarebbe riduttivo. Molta acqua è passata sotto i ponti, una diecina gli album registrati sempre di grande, innata eleganza.

“A Sky Record” nasce dall’incontro con la scapigliata chitarra elettrica di Michio Kurihara durante il tour giapponese del 2019 prima che la pandemia costringesse a uno stop forzato da cui solo recentemente Damon & Naomi sono riusciti a emergere. Dieci brani in formato digitale (streaming in esclusiva su Bandcamp dal 6 agosto, dal 13 su tutte le piattaforme) e fisico, con un colorato booklet di ben quarantotto pagine a cui hanno collaborato fior di artisti (incluso Jarvis Cocker).

E’ una forza gentile quella di questo duo che diventa trio, fatta di armonie condivise e arpeggi di filigrana impreziositi dagli assoli incredibilmente espressivi di Kurihara. Un’alchimia che funziona esprimendosi appieno nelle note romantiche di “Oceans in Between”, “The Gift” e “Season Without Time” affidate alla voce zuccherina di Naomi Yang e nell’intensità di duetti come “Between the Wars” in cui è Damon Krukowski a primeggiare al microfono. I nostalgici dei Galaxie 500 troveranno conforto in “Sailing By”, perfetta per lunghi viaggi in macchina al chiaro di luna o “Midnight” con le sue chitarre acustiche e il tocco onirico di un ritornello ben orchestrato.

Non ci si abitua fortunatamente mai all’atmosfera cristallina di “Invincible” e “How I Came to Photograph Clouds” ispirata pare dal BBC Shipping Forecasts, la trasmissione che fornisce le condizioni del mare nelle isole britanniche diventata un ascolto quotidiano per Damon e Naomi durante il lockdown. “The Aftertime” col suo piccolo ma deciso crescendo è un saluto di classe. Non sono altre tristi canzoni psichedeliche quelle di Yang & Krukowski, qui c’è tutta la magia di veterani che hanno ancora qualcosa da dire.

Tracklist
1. Oceans in Between
2. Between the Wars
3. The Gift
4. Sailing By
5. Split Screen
6. Season Without Time
7. Midnight
8. Invincible
9. How I Came to Photograph Clouds
10. The Aftertime
 
 

Geese – Projector

Geese. Il quintetto newyorkese rilascia l’album di debutto poco dopo la firma con Partisan, etichetta anglo-americana che in questi anni ...

The Parrots – Dos

Hanno fatto le cose molto con calma i Parrots, il cui debutto, “Los Niños Sin Miedo”, era uscito ad agosto 2016: la band spagnola ha ...

Recall Madame X – Unconscious ...

E’ stato un ritorno inaspettato quello di Alessandro De Benedetti (illustratore e designer di moda oltre che musicista) e Andrea Zuccotti ...

Nicolas Michaux – Amour ...

Nicolas Michaux aveva sorpreso un po’ tutti con il rock dinamico che punteggiava l’esordio “A La Vie à La Mort” nel 2016, ...

Damon Albarn – The Nearer The ...

«All’avvicinarsi della sorgente, il ruscello scorre più puro.». Così scriveva John Clare, un poeta romantico, in un suo scritto ...