MANUEL AGNELLI SUI MANESKIN: “NON PARAGONATELI AI SONIC YOUTH. SONO UN GRUPPO MAINSTREAM COME GLI AEROSMITH”

 
di
26 Ottobre 2021
 

X Factor entra nel vivo, giovedì 28 ottobre inizieranno i live dei partecipanti al talent, e immancabili si susseguono in queste ore le interviste promozionali ai protagonisti di questa nuova stagione.

Manuel Agnelli in una video intervista rilasciata in esclusiva a Rockol ha colto l’occasione per tornare a parlare dei Maneskin, band vincitrice dei recenti festival di Sanremo e Eurovision che proprio da X Factor, sotto la guida attenta del leader degli Afterhours, ha mosso i primi passi.

Questo il suo ennesimo attestati di stima nei confronti del gruppo:
Sui Maneskin tante cose non sono state capite. Ci sono i farisei che credono di sapere la verità su cosa sia rock and roll e su che cosa non lo sia, non so chi abbia dato loro questo tipo di laurea perché in realtà sono proprio loro a non essere rock. Se qualcuno paragona i Maneskin ai Sonic Youth non ha capito un cazzo. I Maneskin sono un gruppo mainstream, si possono paragonare agli Aerosmith. Da sempre hanno voluto essere mainstream. La chiave di lettura dei Maneskin è il loro talento performativo, la loro freschezza e il fatto che in questo momento rappresentano il contemporaneo. Non ha senso l’analisi musicale dei Maneskin, ma ha senso capire il fenomeno Maneskin. Poi uno è liberissimo di non farseli piacere, ma comprenderli significa comprendere il linguaggio dei ragazzi d’oggi.

Agnelli considerato tutt’ora mentore del quartetto romano già in passato si era esposto in favore dei suoi pupilli.
All’indomani della fragorosa vittoria all’Eurovision il cantante aveva commentato:
So che per voi questa vittoria ha un sapore diverso, perché siete giovanissimi e state andando a duemila all’ ora. È giusto così, non dovete perdere la leggerezza che vi permette di volare. Per me, oltre alla gioia e all’orgoglio, c’è anche la sensazione che siate finalmente arrivati a vendicarci della ‘pizza e mandolino’ alla quale ci hanno relegato per anni. Avete aperto un universo per la musica italiana. La cosa più importante infatti è questa. Siete capaci di essere voi stessi e quindi eccezionali in qualsiasi contesto. Anche il più difficile, anche il più trash. È una qualità che hanno solo le superstar. Vi voglio bene.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Strokes, Interpol, Yeah Yeah Yeahs ...

“Meet Me in the Bathroom” è il titolo di un nuovo documentario basato sull’omonimo libro di Lizzy Goodman (2017). ...

Ascolta Iggy Pop rifare “You Want ...

Iggy Pop ha rilasciato una sua versione di “You Want It Darker” brano incluso nell’ultimo omonimo disco di Leonard Cohen ...

Gli Acid Mothers Temple in Italia a ...

Gli Acid Mothers Temple ritorneranno in Italia nel mese di novembre. Lo storico collettivo psych-rock giapponese, attivo sin dal 1995, avrà ...

“Credo che libri e film ...

Precedentemente chiamati Fish, i Sorry sono una band indie-rock del nord di Londra. Originariamente composto dai soli Asha Lorenz e Louis ...

Si chiama “Eri Con Me” ...

Il 25 novembre uscirà in versione CD e doppio vinile “Eri Con Me” (ARECIBO/ BMG), album di Alice contenente sedici canzoni di ...

Recent Comments